Con l’assegnazione del trofeo Pompeo Molmenti si è chiusa la rassegna

Riflettori accesi sul Chiaretto:il migliore è prodotto da Avanzi

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Il miglior del 2007 è sta­to prodot­to dalle . Ieri, infat­ti, si è chiusa la tradizionale «Fiera di Moni­ga e del Chiaret­to», che col tro­feo Pom­peo Mol­men­ti ha pre­mi­a­to i pri­mi tre vini Chiaret­to Gar­da Clas­si­co, prodot­to sola­mente nel lem­bo di ter­ra tra Desen­zano e Salò.Dopo tre giorni di degus­tazioni ed even­ti enogas­tro­nomi­ci e cul­tur­ali, la fiera del Comune riv­ieras­co ded­i­ca­ta al nettare rosa del­l’enolo­gia bres­ciana ha chiu­so i bat­ten­ti. In occa­sione del­la man­i­fes­tazione, come negli anni pas­sati il Con­sorzio di tutela dei vini Gar­da Clas­si­co, in colab­o­razione con l’Ente vini bres­ciani, e il Comune di Moni­ga, han­no orga­niz­za­to il Con­cor­so eno­logi­co Tro­feo Pom­peo Molmenti.Una com­mis­sione com­pos­ta da tec­ni­ci esper­ti, scelta per val­utare i vini qual­i­ta­ti­va­mente migliori, ha pre­mi­a­to la stor­i­ca azien­da garde­sana delle Can­tine F.lli Avanzi di Maner­ba. Al sec­on­do pos­to si sono clas­sifi­cate ex-aequo la Can­ti­na Fran­zosi di Pueg­na­go e l’a­gri­co­la Proven­za di Desen­zano. La famiglia Avanzi ave­va già ave­va vin­to le prime tre edi­zioni del pre­mio, ma, ha det­to Gio­van­ni Avanzi, «era qualche anno che aspet­tava­mo questo risul­ta­to. È un piacere soprat­tut­to per il fat­to che questo ritorno sul podio avven­ga in un momen­to davvero pos­i­ti­vo per questo prodot­to». Con­sideran­do i buoni risul­tati ottenu­ti, l’asses­sore al Tur­is­mo di Moni­ga ha sot­to­lin­eato che «dal­la Fiera di Moni­ga arri­va la con­fer­ma che il 2007 è davvero l’an­no del Chiaretto».

Parole chiave: