Convegno al Grand Hotel Terme nel ricordo Benedetta Bianchi Porro. Fra gli ospiti illustri, il ministro della Salute Girolamo Sirchia

Riflettori puntati sull’eutanasia

12/10/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo

Giro­lamo Sirchia, min­istro del­la Salute, Pier­maria Cor­so, edi­to­ri­al­ista e giurista, mon­sign­or Fab­rizio Porci­nai, ret­tore del Sem­i­nario Arcivescov­ile di Firen­ze sono i tre rela­tori del­la tavola roton­da in pro­gram­ma saba­to 18 otto­bre al Grand Hotel sul tema di estrema attual­ità «Tra accani­men­to ter­apeu­ti­co ed eutana­sia, rif­les­sioni alla luce del­la vita di ». Fra i rela­tori ci sarà anche Mario Arduino, gior­nal­ista e pro­fon­do conosc­i­tore del­la gio­vane sirmionese che trascorse qua­si tut­ta la sua vita in un let­to tra indi­ci­bili sof­feren­ze. Arduino mod­er­erà anche il dibat­ti­to. Pro­prio par­tendo dal­l’odis­sea accetta­ta e vis­su­ta con stra­or­di­nario cor­ag­gio da Benedet­ta, l’as­so­ci­azione a lei inti­to­la­ta, con sedi a For­lì, e Sirmione, ha orga­niz­za­to questo con­veg­no che, dopo i tragi­ci fat­ti delle ultime set­ti­mane (malati che sono sta­ti sop­pres­si per pietà dai loro con­giun­ti), non mancherà di far dis­cutere. La tavola roton­da, real­iz­za­ta con il con­trib­u­to del Comune e del­la Soci­età Terme, è in pro­gram­ma nel salone delle con­feren­ze del Grand Hotel (via Mar­coni) con inizio alle ore 15. Ieri mat­ti­na, la seg­rete­ria del min­istro del­la Salute ha, intan­to, con­fer­ma­to uffi­cial­mente la pre­sen­za di Sirchia. In pre­vi­sione di un’al­ta affluen­za di pre­sen­ze, l’or­ga­niz­zazione alle­stirà in una sala attigua a quel­la del con­veg­no un maxi scher­mo da cui si potran­no ugual­mente seguire tutte le fasi del dibat­ti­to. Sono state invi­tate le prin­ci­pali autorità isti­tuzion­ali del­la zona e del­la regione. Oltre al min­istro Sirchia, come si dice­va, in veste di rela­tori ci saran­no anche Pier­maria Cor­sio, edi­to­ri­al­ista di «Italia Oggi» e ordi­nario di Pro­ce­du­ra penale all’ di Par­ma, e mon­sign­or Fab­rizio Porci­nai. Benedet­ta Bianchi Por­ro (1936–1964) è sta­ta dichiarea­ta ven­er­a­bile nel 1993. Da allo­ra è in cor­so di istrut­to­ria il proces­so di can­on­iz­zazione. La madre, sig­no­ra Elsa Giammarchi, è anco­ra vivente. Il prossi­mo anno ricorre, inoltre, il 40esimo anniver­sario del­la morte, avvenu­ta a Sirmione. Sono in cantiere alcune man­i­fes­tazioni, si par­la di una mostra, di even­ti reli­giosi con la pre­sen­za di illus­tri teolo­gi e incon­tri pub­bli­ci. Le par­roc­chie sono mobilitate.