Illustrato il programma della manifestazione che si tiene a fine mese nei padiglioni del Centro Fiera

Riflettori sulla disabilitàIl «Dishow» in campo

15/03/2008 in Fiere
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

«Non è solo il prob­le­ma di qual­cun altro». Con questo inten­to, e quin­di non solo come slo­gan, si pre­sen­ta la quar­ta edi­zione del «Dishow», la fiera delle «Tec­nolo­gie per miglio­rare la qual­ità del­la vita» che si svol­gerà al da ven­er­di 28 mar­zo a domeni­ca 30. Una man­i­fes­tazione fieris­ti­ca che ha lo scopo di riv­ol­ger­si alle aree più deboli del­la nos­tra soci­età, cer­can­do di offrire gli stru­men­ti nec­es­sari ai bisog­ni del­la dis­abil­ità «affinché il con­cet­to di qual­ità del­la vita non sia un sem­plice enun­ci­a­to, ma un pas­sag­gio con­cre­to, che riguar­da tut­ta la comu­nità». Tra gli orga­niz­za­tori dell’evento non vi è solo la Provin­cia di Bres­cia ed il Cen­tro Fiera del Gar­da, ma per la pri­ma vol­ta anche la Com­mis­sione dioce­sana pas­torale dei dis­abili, oltre a numerosi pat­ners pri­vati e pub­bli­ci tra cui Aler, Ospedale dei Bam­bi­ni, Cen­tro servizi per il volon­tari­a­to, Polizia di Stato.«LA TERRA BRESCIANA sa coni­u­gare mirabil­mente sol­i­da­ri­età con effi­cien­za — ha det­to in con­feren­za stam­pa Alber­to Cav­al­li, pres­i­dente del­la Provin­cia — e lo dimos­tri­amo anche nelle attiv­ità di tut­ti i giorni, coin­vol­gen­do le asso­ci­azioni ed intro­ducen­do quelle inno­vazioni tec­no­logiche varie come l’annullamento delle bar­riere architettoniche».Nei padiglioni del «Dishow» saran­no esposte anche mostre fotogra­fiche rel­a­tive alle cam­pagne per la sicurez­za stradale ed alle dif­fi­coltà che un dis­abile incon­tra quo­tid­i­ana­mente, quali la mostra fotografi­ca «Bar­riere». Esporrà anche Cris­t­ian Penoc­chio, una serie di immag­i­ni pro­poste dal Cen­tro servizi per il volon­tari­a­to di Bres­cia, men­tre l’Associazione Icaro pre­sen­terà una rasseg­na fotografi­ca ded­i­ca­ta alle «Paraolimpia­di di Atlanta».NON MANCHERÀ l’assessorato allo Sport del­la Provin­cia che pre­sen­terà «Momen­ti di Sport» ed un test rel­a­ti­vo alle «Emozioni intorno allo sport» con la col­lab­o­razione di Vanes­sa Fer­rari, ped­a­gogista sporti­va. In questo «Dishow» notev­ole spazio è sta­to pure ris­er­va­to ai prog­et­ti delle asso­ci­azioni che ver­ran­no pre­sen­tati nell’apposita «Piaz­za delle Asso­ci­azioni» e sarà pure pre­sente uno sportel­lo dis­abili mobile del­la Regione Lom­bar­dia. Domeni­ca 30 mar­zo, a par­tire dalle ore 10, nel­lo stand dell’Ospedale dei Bam­bi­ni, avver­rà un momen­to di scam­bio e con­fron­to tra le espe­rien­ze dell’Ospedale stes­so e delle asso­ci­azioni ad esso collegate.L’inaugurazione uffi­ciale del «Dishow» di Mon­tichiari è in pro­gram­ma ven­er­di 28 mar­zo, alle ore 12, ma già dalle ore 10 inizierà il cal­en­dario di incon­tri e con­veg­ni che ani­mer­an­no la tre giorni mon­te­clarense che anco­ra una vol­ta affron­terà il tema dei servizi a favore dei disabili.

Commenti

commenti