Questa sera, presso l'ex Pretura, l'annuale assemblea dei soci del gruppo Ctg animatori culturali ed ambientali M. Baldo che opera nell'area del Baldo e dell'entroterra gardesan.

Rinnovo del Consiglio al GTG Baldo

28/01/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Delibori

Si tiene stassera, pres­so l’ex Pre­tu­ra alle ore 20,30, l’an­nuale assem­blea dei soci del grup­po Ctg ani­ma­tori cul­tur­ali ed ambi­en­tali M. che opera con un centi­naio di soci nel­l’area del Bal­do e del­l’en­troter­ra gardesano.L’assemblea avrà il com­pi­to di dis­cutere ed approvare il pro­gram­ma delle attiv­ità ed i bilan­ci eleggen­do il nuo­vo con­siglio diret­ti­vo per il 2000.“Da quan­do è sor­to, 15 anni fa, il grup­po ha cer­ca­to sem­pre di divul­gare la conoscen­za e lo stu­dio del­l’am­bi­ente e delle tradizioni locali, pro­moven­do attiv­ità cul­tur­ali, tur­is­tiche e di volon­tari­a­to, ed impeg­nan­dosi per la tutela del pat­ri­mo­nio stori­co-artis­ti­co e nat­u­rale del­l’en­troter­ra garde­sano”, spie­ga il vice pres­i­dente Vini­cio Pradel­la. “L’as­so­ci­azione è respon­s­abile del­la redazione del quader­no cul­tur­ale “II Bal­do” che giungerà quest’an­no al suo undices­i­mo numero, e di una serie di volu­mi sui comu­ni del­la zona: Affi, Coster­mano, Cavaion, Pas­tren­go ed in preparazione nel­la prossi­ma pri­mav­era Caprino”.Il Ctg M. Bal­do è pro­mo­tore anche del pre­mio “Gia­rdi­no d’Eu­ropa” asseg­na­to ogni an^ no a per­sone e grup­pi che val­oriz­zano la mon­tagna veronese. Da dieci anni poi, in col­lab­o­razione con la Comu­nità Mon­tana del Bal­do, ven­gono real­iz­za­ti una serie di cor­si di conoscen­za del ter­ri­to­rio ed attiv­ità di escur­sion­is­mo e di edu­cazione ambi­en­tale nel­l’am­bito del­l’inizia­ti­va Ambi­ente M. Bal­do. “Altra attiv­ità con­sis­tente è quel­la del servizio di vis­ite didat­tiche per le sco­laresche: gli ani­ma­tori cul­tur­ali ed ambi­en­tali del Ctg han­no indi­vid­u­a­to una trenti­na di per­cor­si nel -Gar­da, dal lago alle mal­ghe, su cui guidano le scuole ed orga­niz­zano sog­giorni di edu­cazione ambi­en­tale o la visi­ta all’Or­to botan­i­co di Novezzi­na”, con­clude Pradel­la. “Ultime attiv­ità, dopo aver svolto il cen­si­men­to dei capitel­li del­l’area del Bal­do-Gar­da, è la sche­datu­ra delle fontane-lava­toi e dei pozzi, mon­u­men­tali del­la zona e la pub­bli­cazione di due volu­mi sui più bei capitel­li del Baldo”.Maurizio Delibori

Parole chiave:

Commenti

commenti