Il rumore causato da un silenziatore fuori uso: guasto riparato e scuse

Riparte la Cartiera e sveglia mezza Riva

04/01/2002 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

«Sem­bra il rotore di un eli­cot­tero che vola bas­so. Un rumore forte e fas­tidioso che la notte scor­sa non ci ha fat­to chi­ud­ere occhio». Numerose le tele­fonate arrivate ieri alla nos­tra redazione da parte di abi­tan­ti del­la zona cir­costante la Cartiera del Gar­da che seg­nala­vano il ter­ri­bile fras­tuono, udi­to un po’ in tut­ta Riva, provenineite dal­la fab­bri­ca. «Il prob­le­ma — ha spie­ga­to l’ingeg­n­er Pao­lo Mat­tei, ammin­is­tra­tore del­e­ga­to del­la Cartiera — è lega­to al mal fun­zion­a­men­to di un silen­zi­a­tore di una nuo­va “pom­pa a vuo­to” nel “Repar­to fab­bri­cazione”. Ave­va­mo approf­itta­to del­la pausa natal­izia per spostare pom­pa e silen­zi­a­tore in un altro pun­to del repar­to: un “traslo­co” nec­es­sario per pot­er real­iz­zare attorno a questi macchi­nari un box insonoriz­zante. Strut­tura, ques­ta, che è parte dei pro­gram­mi del­la Cartiera, impeg­na­ta nel­l’ab­bat­tere il liv­el­lo di inquina­men­to acus­ti­co sot­to i lim­i­ti di legge. Purtrop­po, quan­do ver­so le 14 di mer­coledì, sono sta­ti riavviati gli impianti, è sta­to subito evi­dente che il silen­zi­a­tore non era sta­to cor­ret­ta­mente rein­stal­la­to dal­la dit­ta spe­cial­iz­za­ta e non sta­va svol­gen­do il pro­prio com­pi­to. È bene ricor­dare — pun­tu­al­iz­za Mat­tei — che quan­do par­liamo di “silen­zi­a­tore” ci rife­ri­amo ad una “torre” alta cir­ca 5 metri che, per essere mes­sa cor­ret­ta­mente in fun­zione, neces­si­ta di un lun­go lavoro di taratu­ra con com­pli­cati pro­gram­mi infor­mati­ci. Un lavoro tut­t’al­tro che sem­plice, dunque, che si con­lud­erà questo pomerig­gio (ieri pomerig­gio per chi legge)».In ser­a­ta, inoltre, alle dichiarazioni del­l’am­min­is­tra­tore s’è aggiun­to un comu­ni­ca­to stam­pa del­la direzione. «Riconoscen­do il pesante dis­a­gio provo­ca­to agli abi­tan­ti delle zone lim­itrofe — recita­va — e ai pro­pri col­lab­o­ra­tori, la Direzione desidera anche sot­to­lin­eare che la ricol­lo­cazione di queste nuove gran­di pompe a vuo­to rien­tra nel­l’im­por­tante prog­et­to di riduzione glob­ale del rumore che l’azien­da ha in atto».