Ripartono i mercati a Desenzano, anche per i generi no alimentari

Di Redazione

La ria­per­tu­ra dei mer­cati scop­er­ti è uno dei tan­ti seg­nali che fa intravvedere uno spi­raglio nel quadro del­la ripresa dall’emergenza Covid 19.

Con l’ordinanza regionale n.532 del 24 aprile il pres­i­dente del­la Regione Attilio Fontana ave­va delin­eato nuove diret­tive, con la lim­i­tazione ai soli banchi ali­men­ta­ri e sim­i­lari, ricon­fer­mate con leg­gere mod­i­fiche con l’ordinanza di pro­ro­ga –fino al 17 mag­gio p.v.- n.539 del 3 mag­gio.

Con il nuo­vo DPCM del 17 mag­gio e l’Ordinanza Regionale 547 sem­pre del 17 mag­gio si è dis­ci­plina­ta l’apertura dei mer­cati nel loro com­p­lesso purché siano garan­ti­ti il con­tin­gen­ta­men­to degli ingres­si, la vig­i­lan­za degli acces­si, il dis­tanzi­a­men­to inter­per­son­ale e tra i banchi, la disponi­bil­ità più ampia dei sis­te­mi per la dis­in­fezione delle mani, oltre alle “solite” pre­scrizioni dei guan­ti “usa e get­ta” nelle attiv­ità di acquis­to e l’uso delle mascher­ine, con infor­mazioni bilingue per la clien­tela sui cor­ret­ti com­por­ta­men­ti da assumere.

L’amministrazione comu­nale di Desen­zano ave­va già rac­colto ques­ta sfi­da orga­niz­zan­do i mer­cati di ali­men­ta­risti di domeni­ca 3 mag­gio a Riv­oltel­la, del mart­edì sul lun­go­la­go e del giovedì in piaz­za Garibal­di con­statan­do i risul­tati pos­i­tivi del­la ria­per­tu­ra che ha coin­volto la total­ità dei banchi autor­iz­za­ti.

In questi giorni il Sin­da­co, con i pre­posti uffi­ci, ha lavo­ra­to per l’apertura del mer­ca­to domeni­cale e del mart­edì che si svol­ger­an­no rego­lar­mente domeni­ca 24 mag­gio e mart­edì 26 mag­gio in atte­sa di ricon­fer­ma o aggius­ta­men­to per le edi­zioni suc­ces­sive.

Il mod­el­lo perse­gui­to è quel­lo indi­ca­to nelle Linee Gui­da min­is­te­ri­ali e di Regione, e prevede una cor­sia mer­catale a sen­so uni­co.

A Riv­oltel­la si entr­erà da via di Vit­to­rio con uscite e entrate inter­me­die ver­so via Padre Anni­bale di Fran­cia; sul lun­go­la­go ingres­so da Via Gram­sci con uscite inter­me­die ver­so via Anel­li.

Assunte tutte le mis­ure logis­tiche e di perime­trazione delle aree inter­es­sate, nonché quelle di pre­sidio ed orga­niz­za­tive per garan­tire acces­si scaglionati, il tut­to in relazione alle pecu­liar­ità dei due mer­cati che si snodano oriz­zon­tal­mente tra fron­ti e varchi non sem­pre omo­genei.

Il para­metro indi­vid­u­a­to per definire la capien­za mas­si­ma è di una per­sona ogni due metri lin­eari, con Riv­oltel­la a capien­za mas­si­ma con­tem­po­ranea di 300 per­sone e Desen­zano cen­tro con capien­za 500.

Tut­ti gli oper­a­tori sono sta­ti e saran­no con­tat­tati e rag­giun­ti da apposi­ta mis­si­va con­te­nente le pre­scrizioni da rispettare e la planime­tria di posizion­a­men­to indi­cante lo spazio di atte­sa e il per­cor­so da seguire (con rel­a­tive uscite di sicurez­za, che saran­no pre­sidi­ate). Sti­lati e pub­bli­cati anche i decreti sot­to­scrit­ti dal pri­mo cit­tadi­no Gui­do Mal­in­ver­no.

La macchi­na orga­niz­za­ti­va già sper­i­men­ta­ta nei mer­cati per generi ali­men­ta­ria ha dimostra­to la sua effi­cien­za –affer­ma il sin­da­co- gra­zie a oper­a­tori, cit­ta­di­ni, appa­ra­to comu­nale e Pro­tezione Civile che han­no ottem­per­a­to, ognuno per la pro­pria com­pe­ten­za, al meglio. Ora la pro­va gen­erale per l’apertura com­p­lessi­va dei mer­cati, tra i più gran­di dell’intera Provin­cia. Ricor­do e rib­adis­co anco­ra che la pri­or­ità è e sarà quel­la di garan­tire la migliore pro­tezione pos­si­bile per tut­ti. Domeni­ca e mart­edì vedremo gli effet­ti delle dis­po­sizioni sui due mer­cati e, se nec­es­sario, provved­er­e­mo agli aggius­ta­men­ti pos­si­bili sem­preché in lin­ea con le dis­po­sizioni min­is­te­ri­ali e region­ali.  Rin­no­vo i ringrazi­a­men­ti più sen­ti­ti da parte dell’intera ammin­is­trazione comu­nale a tut­ta la macchi­na orga­niz­za­ti­va e agli oper­a­tori che han­no accetta­to con fidu­cia la sfi­da”.