La premiazione alla Borsa Internazionale del Turismo di Berlino

Riva del Garda premiata come migliore località turistica italiana

13/03/2011 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

, sin­da­co del­la local­ità trenti­na defini­ta “leggen­da vivente” dai vis­i­ta­tori, ha riti­ra­to il riconosci­men­to del popo­lare por­tale tedesco Atraveo, asseg­na­to attra­ver­so il giudizio diret­to degli uten­ti. La pre­mi­azione si è tenu­ta ieri, giovedì 10 mar­zo, pres­so lo stand del Trenti­no e, davan­ti alla stam­pa tedesca, ha vis­to la parte­ci­pazione di Tiziano Mel­lar­i­ni, Asses­sore Provin­ciale all’A­gri­col tura, al Com­mer­cio e al Tur­is­mo, di varie autorità e di Enio Meneghel­li e Rober­ta Maraschin, rispet­ti­va­mente Pres­i­dente e Diret­tore di Ingar­da Trenti­no S.p.A.   E’ un riconosci­men­to davvero sig­ni­fica­ti­vo, quel­lo che Atraveo – il popo­lare e autorev­ole por­tale tedesco ded­i­ca­to alle case vacan­za – ha asseg­na­to a Riva del Gar­da (Tn). A ricev­er­lo sono infat­ti le migliori local­ità tur­is­tiche in Ger­ma­nia, Italia e Pae­si Bassi, una per cias­cun Paese, scelte diret­ta­mente dagli uten­ti  attra­ver­so un voto di gradi­men­to.   La pit­toresca cit­tad­i­na garde­sana, affi­an­ca­ta dal­la tedesca Zingst e dall’olandese Volen­dam, ha ottenu­to il pun­teg­gio medio più ele­va­to (4.5 su 5), incan­tan­do i vis­i­ta­tori con la sua atmos­fera uni­ca, tan­to da essere defini­ta da un viag­gia­tore “lebende Leg­ende”, leggen­da vivente!   La pre­mi­azione, attra­ver­so la con­seg­na di un tro­feo di cristal­lo alto trenta cen­timetri da parte di Dirk Froel­je, Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to di Atraveo, è avvenu­ta alle ore 15 di giovedì 10 mar­zo nel cor­so del­la Bor­sa Inter­nazionale del Tur­is­mo (ITB) di Berli­no (in pro­gram­ma fino a domeni­ca prossi­ma), pres­so lo stand del Trenti­no, con la mod­er­azione del Pres­i­dente di Ingar­da Trenti­no S.p.A. Enio Meneghel­li.   “È con grande piacere che con­seg­ni­amo questo tro­feo a Riva del Gar­da” — ha dichiara­to Dirk Froel­je, Ammin­is­tra­tore Del­e­ga­to di Atraveo — “e diver­si sono i motivi sug­ger­i­ti dagli uten­ti del­la nos­tra com­mu­ni­ty: innanz­i­tut­to il pae­sag­gio moz­zafi­a­to, uno sce­nario dove con­vivono la bellez­za del­la spon­da nord del Lago di Gar­da e il verde delle mon­tagne cir­costan­ti. È il luo­go ide­ale per rilas­san­ti passeg­giate o per prati­care le più svari­ate attiv­ità out­door, ma non scor­diamo che la cit­tad­i­na pul­sa di sto­ria e cul­tura e che è cus­tode di un’ec­cel­lente tradizione enogas­tro­nom­i­ca”.   Decisa­mente sod­dis­fat­to Adal­ber­to Mosan­er, Sin­da­co di Riva del Gar­da che, rice­vu­to il pre­mio, ha così com­men­ta­to: “Accetti­amo con orgoglio questo riconosci­men­to: la nos­tra local­ità è sta­ta fre­quen­ta­ta da intere gen­er­azioni di tur­isti tedeschi, e molti ora ritor­nano qui con i figli o addirit­tura i nipoti. Il rap­por­to che ci lega con la Ger­ma­nia è stori­co e i com­men­ti degli uten­ti di Atraveo sono davvero lus­inghieri, seg­no che gli inves­ti­men­ti nel­l’in­fra­strut­turazione di un tur­is­mo di qual­ità stan­no por­tan­do ad otti­mi risul­tati. Sono sicuro che ques­ta è la stra­da maes­tra, da pros­eguire anche negli anni futuri.”   “Non pos­so che con­grat­u­lar­mi sia con l’Am­min­is­trazione Comu­nale di Riva del Gar­da che con Ingar­da Trenti­no S.p.A per l’ot­ti­mo ed impor­tante risul­ta­to rag­giun­to.” — ha poi pros­e­gui­to Tiziano Mel­lar­i­ni, Asses­sore Provin­ciale all’A­gri­coltura, al Com­mer­cio e al Tur­is­mo — “Desidero sot­to­lin­eare che l’asseg­nazione di un sim­i­le riconosci­men­to non è pura­mente casuale, ben­sì è il frut­to di un cer­tosi­no lavoro di pro­mozione ed infra­strut­turazione del ter­ri­to­rio, nonché del­la con­cer­tazione tra le moltepli­ci realtà pre­sen­ti in un ambito così com­p­lesso. Solo operan­do in sin­to­nia, — ha aggiun­to Mel­lar­i­ni — come stan­no facen­do egre­gia­mente l’Am­min­is­trazione Comu­nale ed Ingar­da, che nuo­va­mente ringrazio per il prezioso lavoro svolto nel cor­so degli anni, è pos­si­bile ottenere delle economie di scala e pre­sen­tar­si sul mer­ca­to in maniera uni­taria e con un nome forte e riconosci­bile. Questo vale soprat­tut­to per il mer­ca­to tedesco, che nel Gar­da Trenti­no total­iz­za oltre il 42% delle pre­sen­ze su base annua.”

Parole chiave: