La spiaggia allo Sperone, il bagno dei rivani doc, merita un facile rilancio

Rivalorizzare la spiaggia dei rivani

21/04/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Pao­lo Mat­teot­ti, ambi­en­tal­ista e soprat­tut­to «vec­chio» rivano mem­o­re di quel che la spi­ag­gia di Sper­one ha rap­p­re­sen­ta­to per gen­er­azioni di concit­ta­di­ni, inter­pel­la il sin­da­co per sapere che inten­zioni nutra l’am­min­is­trazione. Alcune ter­razze ad olivi ed una parte del­la spi­ag­gia sono già ricop­er­ti di mate­ri­ale prove­niente dal­lo sca­vo del­la gal­le­ria. «Non è oppor­tuno abban­donare una local­ità così carat­ter­is­ti­ca e recu­per­a­ta all’u­so pochi anni orsono da un grup­po di cit­ta­di­ni volon­terosi. Pare molto utile a questo pun­to, fini­ti i lavori per il nuo­vo tun­nel, prevedere un acces­so a pedoni e ciclisti, una buona sis­temazione delle ter­razze con i vec­chi olivi e del bag­nasci­u­ga, e pos­si­bil­ità di ormeg­gio per chi volesse accedere via lago». Con queste pre­messe il con­sigliere chiede «se, come e quan­do si voglia provvedere per il ripristi­no e la defin­i­ti­va val­oriz­zazione del­la spi­ag­gia del­lo Sperone».