Roberto Bolle incanta ancora una volta la geremita Arena di Verona

23/07/2015 in Danza
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Anche quest’anno una spet­ta­co­lare. Infat­ti, non si sono fat­te fer­mare dal grande cal­do le oltre 12.000 per­sone che ieri sera han­no gremi­to l’Arena per assis­tere all’attesissimo spet­ta­co­lo Rober­to Bolle and Friends, in cartel­lone per il 93° Opera Fes­ti­val 2015.

Alla sua terza esi­bizione nell’anfiteatro veronese con il suo Gala (per la sec­on­da vol­ta all’interno del cartel­lone del Fes­ti­val liri­co are­ni­ano), Bolle è rius­ci­to ad offrire a un pub­bli­co caloro­sis­si­mo e partecipe una ser­a­ta emozio­nante e di altissi­ma dan­za, occa­sione uni­ca nel suo genere. Con lui, si sono esi­biti artisti di prim­is­si­mo liv­el­lo inter­nazionale che han­no let­teral­mente incan­ta­to gli spet­ta­tori verone­si, come Melis­sa Hamil­ton, stel­la del Roy­al Bal­let di Lon­dra per la pri­ma vol­ta in Italia, e la “nos­tra” Nico­let­ta Man­ni, astro nascente del Teatro alla Scala di Milano.

Il pro­gram­ma, scel­to per­sonal­mente da Rober­to Bolle, ha spazi­a­to con accosta­men­ti inedi­ti dal reper­to­rio otto­cen­tesco a quel­lo con­tem­po­ra­neo con pezzi di Daw­son, Wheel­don e McGre­gor.
In platea la toc­cante esi­bizione di Rober­to Bolle con Alek­san­dre Riabko in Opus 100 sulle note di Simon & Gar­funkel è sta­ta applau­di­ta dal­la stes­so core­ografo e star del­la dan­za con­tem­po­ranea, John Neumeier. I salu­ti finali sono sta­ti accolti da un’Arena in vis­i­bilio con oltre dieci minu­ti di applausi.

Il Fes­ti­val liri­co all’Arena di Verona pros­egue con il suo ric­co cartel­lone fino al 6 set­tem­bre, a par­tire dal­la ser­a­ta d’eccezione Car­men Gala Con­cert di ven­erdì 24 luglio, ore 22.00, per cel­e­brare nel teatro all’aperto più grande del mon­do il cap­ola­voro di Georges Bizet.

 

Parole chiave: