Cavaliere, futuro passa da nuovo sistema di economia circolare, sostenibile per ambiente e per reddito agricoltori

Roberto Cavaliere confermato per il quarto mandato alla presidenza di COPAGRI Lombardia

05/11/2022 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

“Il pri­mo obi­et­ti­vo per il futuro del pri­mario nazionale e regionale è quel­lo di con­tin­uare a lavo­rare per svilup­pare e strut­turare un mod­el­lo di agri­coltura che par­ta dal­la ter­ra e che pon­ga l’agroalimentare al cen­tro come volano di cresci­ta, pun­tan­do su un nuo­vo sis­tema di econo­mia cir­co­lare che sia sosteni­bile per l’ambiente e per il red­di­to degli agri­coltori, tenen­do sem­pre ben pre­sente che non ci può essere sosteni­bil­ità ambi­en­tale sen­za sosteni­bil­ità eco­nom­i­ca”. Lo ha sot­to­lin­eato il pres­i­dente del­la Copa­gri Lom­bar­dia Rober­to Cav­a­liere, apren­do i lavori del V Con­gres­so del­la Fed­er­azione, il cui tema era pro­prio “Ripar­ti­amo dal­la ter­ra, con l’agroalimentare al centro”.

“In questo sen­so, ripren­den­do lo slo­gan dell’odierna assise, ripar­tire dal­la ter­ra sig­nifi­ca pren­dere coscien­za, o meglio ripren­dere, del­la fon­da­men­tale e impre­scindibile impor­tan­za del grande lavoro che da sem­pre por­tano avan­ti i pro­dut­tori agri­coli del Paese, ril­e­van­za che si è pale­sa­ta in maniera evi­dente in occa­sione del­la recente e dram­mat­i­ca fase pan­dem­i­ca”, ha aggiun­to Cav­a­liere, che è sta­to con­fer­ma­to alla gui­da del­la Fed­er­azione per il quar­to mandato.

“Lavo­rare sul­la sosteni­bil­ità eco­nom­i­ca delle aziende del Pri­mario — ha rimar­ca­to il neo­con­fer­ma­to pres­i­dente del­la Copa­gri Lom­bar­dia — assume quin­di una ril­e­van­za anche sociale; appare ridon­dante rib­adire, infat­ti, che sono pro­prio i pro­dut­tori agri­coli che con il loro quo­tid­i­ano oper­are assi­cu­ra­no la manuten­zione e la tutela idro­ge­o­log­i­ca dei ter­ri­tori. Prestare il fian­co alla scom­parsa di centi­na­ia di aziende, la cui tenu­ta è seri­amente com­pro­mes­sa dagli incre­men­ti record dei costi di pro­duzione delle tar­iffe ener­getiche, equiv­ale quin­di al venir meno di tut­ta una serie di azioni fon­da­men­tali per le aree interne”.

Al Con­gres­so, con­clu­so dall’intervento del pres­i­dente del­la Copa­gri Fran­co Ver­rasci­na, han­no inoltre pre­so parte il pri­mo vicepres­i­dente del­la Com­mis­sione agri­coltura e svilup­po rurale del Par­la­men­to Europeo Pao­lo De cas­tro, il respon­s­abile nazionale agri­coltura di Fratel­li d’Italia Luca De Car­lo, l’assessore regionale all’agricoltura  e il vicepres­i­dente del­la Copa­gri Tom­ma­so Bat­tista.

Parole chiave:

Commenti

commenti