-Il 6 e 7 settembre ad Arco va in scena la 22.a edizione-Difficoltà, velocità e boulder con i big mondiali-Atmosfera da grande evento al Climbing Stadium-Programma innovativo anche per l’arrivo della speed femminile

Rock Master è il cult dell’arrampicata. Cambia il programma ma non l’atmosfera

18/08/2008 in Manifestazioni
Di Luca Delpozzo

Dici Rock Mas­ter e dici Arrampi­ca­ta sporti­va, con la A maiuscola.Non serve dir­lo agli appas­sion­ati, ma agli orga­niz­za­tori fa piacere ricor­dare che è l’unica com­pe­tizione di arrampi­ca­ta su parete arti­fi­ciale che si svolge inin­ter­rot­ta­mente fin dal lon­tano 1987 e da quel­la data il sol­co seg­na­to è indelebile.Arco dispone di uno dei più sug­ges­tivi “climb­ing sta­di­um” al mon­do e Rock Mas­ter da allo­ra è diven­ta­to un “cult”, una full immer­sion in tutte le dis­ci­pline dell’arrampicata moderna.Il 6 e 7 set­tem­bre si aprirà il sipario sul­la 22.a edi­zione dell’evento che, come è con­sue­tu­dine, è in con­tin­ua evoluzione e così per il 2008 si vedran­no in gara anche le donne dell’arrampicata speed. Ora le tre dis­ci­pline canon­iche “lead”, “boul­der” e “speed” sono al completo.Che il Rock Mas­ter sia un even­to nell’evento è ormai noto. Innanz­i­tut­to solo i migliori al mon­do sono invi­tati al con­fron­to sulle pareti del Climb­ing Sta­di­um. Fa testo il rank­ing mon­di­ale, con rare eccezioni come per gli ital­iani più rappresentativi.Ma Rock Mas­ter non è una gara comune, i con­fron­ti sono “spe­ciali” come spe­ciale è l’atmosfera che si res­pi­ra nel parterre, sem­pre affol­la­to di tec­ni­ci, appas­sion­ati, sem­pli­ci curiosi. Quest’anno, poi, per esi­gen­ze tele­vi­sive e per l’introduzione del­la sfi­da fem­minile sul­la parete del­la “speed” omolo­ga­ta per il record il pro­gram­ma è cambiato.Sabato, per pri­mo, andrà in sce­na alle 13.30 lo spet­ta­co­lo del Rock Mas­ter vero e pro­prio, la pro­va “a vista” fem­minile. Poi alle 15.30 si cam­bia pal­cosceni­co, ci si spos­ta di pochi metri, per rimanere incan­tati dai movi­men­ti del “Sint Roc Boul­der” maschile. Alle 17.00 toc­ca alla pri­ma manche del Rock Mas­ter “a vista” maschile ed alle 21.00 al par­al­le­lo di velocità.Domenica si ricom­in­cia presto, alle 9.30 da non perdere la pro­va “lavo­ra­ta” del Rock Mas­ter, alle 14.00 il “Sint Roc Boul­der” fem­minile ed alle 15.00 l’evento nell’evento, il Tro­feo Ennio Lat­tisi in cui si scon­tra­no diret­ta­mente i pri­mi quat­tro maschi e fem­mine di Rock Master.Il Climb­ing Sta­di­um di Arco è uni­co al mon­do. Quat­tro gran­di archi di acciaio sospe­si a cop­pie di piloni che s’innalzano per 25 metri “pro­teggono” la strut­tura del­la gara, pareti tec­niche alte 18 metri con 16 metri di stra­pi­om­bo e col tet­to trasparante che lega vir­tual­mente la parete arti­fi­ciale a quel­la vera del­la Rupe del Castello.Anche per ques­ta edi­zione del 6 e 7 set­tem­bre ci saran­no tut­ti i pro­tag­o­nisti mon­di­ali dell’arrampicata, mancher­an­no solo Euge­ny Vait­sekhovsky a causa di impeg­ni di stu­dio, e Flavio Crespi che lo scor­so anno ci ha fat­to sper­are fino all’ultimo in una stor­i­ca vit­to­ria ital­iana. Il par­mense è reduce da un infortunio.Ci saran­no i pro­tag­o­nisti del­lo scor­so anno e gli illus­tri scon­fit­ti pron­ti alla riv­inci­ta, Ramòn Julian Puig­blanque (ESP) ed Angela Eit­er (AUT) per il Rock Mas­ter, Tomas Mrazek (CZE) e Anda Irati (ESP) vinci­tori del Tro­feo Lat­tisi 2007 e gli spe­cial­isti del boul­der Gareth Par­ry (GBR) e Anna Stöhr (AUT), ma anche i pro­tag­o­nisti del rank­ing mon­di­ale e del­la Cop­pa del Mon­do come la leader del­la CdM Johan­na Ernst (AUT), nuo­vo tal­en­to emergente.Venerdì nell’ambito di Arco Rock Leg­ends saran­no asseg­nati il “Sale­wa Rock Award” all’atleta che nel­la scor­sa sta­gione ha mar­ca­to la sto­ria dell’arrampicata in fale­sia e nel boul­der e quin­di il “La Sporti­va Com­pe­ti­tion Award” che invece viene asseg­na­to all’atleta che si è mes­so in luce nelle competizioni.Per il pri­mo sono sta­ti “nom­i­nati” l’austriaca Bar­bara Zangerl, gli amer­i­cani Chris Shar­ma e Dave Gra­ham, lo spag­no­lo Patxi Uso­bi­a­ga ed il gio­vanis­si­mo tal­en­to ceco Adam Ondra.Per l’agonismo sono invece in liz­za Maja Vid­mar, Kil­ian Fis­chhu­ber e Patxi Usobiaga.Info: www.rockmaster.com