A Roma una Mostra per ricordare quando, negli anni ’60, il Lago di Garda fu una Cinecittà galleggiante

Parole chiave:
Di Redazione

Forse non tut­ti san­no che il Lago di Gar­da, che molti spingano affinché sia can­dida­to come Pat­ri­mo­nio dell’Unesco, è sta­to in pas­sato una vera e pro­pria Cinecit­tà sul lago. Pro­prio per la sua con­for­mazione, ma anche e soprat­tut­to per la sua bellez­za, si presta­va, e si presterebbe anco­ra, ad essere un otti­mo set cin­e­matografi­co per pel­li­cole che prevede­vano “un mare” gestibile per i reg­isti del­lo Sti­vale e non solo. A questo propos­i­to, lo scor­so lunedì 6 giug­no si è tenu­ta la proiezione del doc­u­men­tario “Quan­do il Gar­da era un mare” durante l’inaugurazione del­la Casa del Cin­e­ma.  La mostra è sta­ta ded­i­ca­ta pro­prio a questo peri­o­do stori­co. Spes­so il Lago di Gar­da divenne il mar dei Caraibi. Se pen­si­amo che oggi, per pot­er vedere alcu­ni doc­u­men­tari di questo cal­i­bro, è nec­es­sario possedere un abbona­men­to, mag­a­ri scel­to tra le offerte medi­aset pre­mi­um, l’occasione è ghiotta.

Suc­cede­va nei favolosi anni Ses­san­ta. Pro­prio in quel di Peschiera del Gar­da era­no attivi dei veri e pro­pri stu­dios gal­leg­gianti. Per qua­si un decen­nio questi ospi­tarono diverse pro­duzioni cin­e­matogra­fiche e tele­vi­sive. Il vero pro­tag­o­nista di questo peri­o­do d’oro fu Wal­ter Berto­lazzi che portò sul lago il gale­one usato dal pro­dut­tore Dino De Lau­ren­ti­is nel kolos­sal Ulisse di Mario Cameri­ni. Immag­i­nate quan­to lavoro ci fu dietro quest’ardua impre­sa. Non fu affat­to facile trasportare quel­la nave sino a Desen­zano. Ciò, però, con­tribuì a far nascere un’in­dus­tria cin­e­matografi­ca che seppe sfruttare la moda dei film sui pirati. Dalle coste del Gar­da attori pas­sarono attori del cal­i­bro di: , Lisa Gas­toni, Amedeo Naz­zari, Sil­vana Pam­pani­ni, Anna Maria Pierangeli, Lex Bark­er, Che­lo Alon­so, Kirk Mor­ris, Alan Steel, e tan­ti altri. Il genere di film che si gira­vano era­no del genere piratesco.

La sud­det­ta mostra, per quan­ti volessero conoscere questo strepi­toso peri­o­do stori­co, rimar­rà aper­ta fino al 6 luglio. In occa­sione dell’inaugurazione, è sta­to proi­et­ta­to il doc­u­men­tario di ses­san­ta minu­ti che riper­corre la sto­ria delle “Berto­lazzi Film” attra­ver­so una serie di tes­ti­mo­ni­anze. Nel doc­u­men­tario è pos­si­bile vedere un assag­gio di tut­ti i film girati sul Gar­da ed, inoltre, molte fotografie, alcune del tut­to inedite.

La mostra è ospi­ta­ta a Roma, pres­so la Casa del Cin­e­ma, largo Mar­cel­lo Mas­troian­ni 1.

 

Parole chiave: