A Romano Turrini assegnata l’onorificenza al merito

24/11/2013 in Attualità
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Sarà con­seg­na­ta uffi­cial­mente nel cor­so di una cer­i­mo­nia che si svol­gerà lunedì 9 dicem­bre a Palaz­zo dei Pan­ni con inizio alle ore 18.30 l’onori­f­i­cen­za al mer­i­to del­la cit­tà di Arco al pro­fes­sor Romano Tur­ri­ni, noto stori­co impeg­na­to in innu­merevoli asso­ci­azioni e comi­tati di volon­tari­a­to del ter­ri­to­rio. E da lunedì 25 novem­bre all’Uf­fi­cio relazioni con il pub­bli­co (al piano ter­ra del munici­pio) ci sarà la pos­si­bil­ità per chi lo vor­rà di las­cia­re una fir­ma di con­grat­u­lazioni e di ade­sione all’inizia­ti­va.

L’inizia­ti­va risale ad una let­tera del 4 novem­bre con cui il nucleo Alto Gar­da e Ledro dei Nu.Vol.A. e il Grup­po di Arco dell’Associazione nazionale han­no pro­pos­to di riconoscere uffi­cial­mente il val­ore del­l’in­fat­i­ca­bile lavoro e del­la costante, appas­sion­a­ta pre­sen­za ad Arco del pro­fes­sor Romano Tur­ri­ni, illus­tre cit­tadi­no arcense, già inseg­nante e impeg­na­to in innu­merevoli asso­ci­azioni e comi­tati di volon­tari­a­to del ter­ri­to­rio. L’Amministrazione comu­nale, conoscen­do l’interessato per le innu­merevoli col­lab­o­razioni, la mag­gior parte delle quali gra­tu­ite, e con­sid­er­a­to di dover sen­z’al­tro accogliere l’istanza, ha dis­pos­to di asseg­nare al pro­fes­sor Tur­ri­ni l’onorificenza al mer­i­to con cui la cit­tà di Arco intende esprimere la grat­i­tu­dine per il modo gen­eroso e dis­in­ter­es­sato con cui ha garan­ti­to il suo appor­to alle asso­ci­azioni, ai comi­tati e alla vita cit­tad­i­na in genere.

La moti­vazione si espli­ca per­tan­to nel riconosci­men­to da parte del­la cit­tà del fat­to che egli ha sostenu­to e favorito lo svilup­po cul­tur­ale e sociale del ter­ri­to­rio arcense. L’onorificenza, delib­er­a­ta dal­la Giun­ta comu­nale nel­la sedu­ta del 19 novem­bre, sarà con­seg­na­ta al pro­fes­sor Tur­ri­ni nel cor­so di una cer­i­mo­nia for­male che prevede la con­seg­na del tro­feo con il gon­falone d’argento e la ded­i­ca incisa, quale riconosci­men­to del legame affet­ti­vo che egli ha tes­ti­mo­ni­a­to e tes­ti­mo­nia al ter­ri­to­rio di Arco.

Parole chiave: