Romeo e Giulietta al Parco di Villa Carrara Bottagisio a Bardolino

24/07/2015 in Manifestazioni
Parole chiave: -
Di Redazione

Il Par­co di Vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio ospi­ta, giovedì 30 luglio alle ore 21.15 lo spet­ta­co­lo “Romeo y Juli­eta tan­go” del­la com­pag­nia vicenti­na Nat­u­ralis Labor. L’evento rien­tra nell’ambito di “Vene­to in Vil­la”, la rasseg­na di teatro, musi­ca e dan­za real­iz­za­ta da Arteven nel con­testo del più ampio prog­et­to Fes­ti­val delle ville venete – VIII edi­zione 2015 dell’Istituto Regionale Ville Venete per “Vene­to – Mon­dono­vo the old feel­ing of inno­va­tion”

La man­i­fes­tazione, con le core­ografie e la regia di Luciano Padovani, è ispi­ra­to al cele­bre dram­ma shake­spear­i­ano che ripro­pone fonden­do armo­niosa­mente la dan­za con­tem­po­ranea e il tan­go con le musiche dal vivo ese­gui­te da Tan­go Spleen Cuar­te­to.

Sulle musiche di Piaz­zol­la, Sper­an­za, Calo, Mores, Quar­tan­go, Rachel’s, Sol­li­ma, Pur­cell e West­hoff viene dan­za­ta l’essenza del­la cele­ber­ri­ma sto­ria dei due gio­vani osteggiati nel loro amore dall’inimicizia tra le famiglie di apparte­nen­za.

In sce­na un rac­con­to in chi­ave sudamer­i­cana, in cui il bal­cone di Juli­eta è all’incrocio di strade tumul­tu­ose men­tre i suoni e gli odori sono quel­li tipi­ci dei bar­rios di Buenos Aires. Lo spet­ta­co­lo è ambi­en­ta­to “nei luoghi top­i­ci  del dram­ma: ma non c’è Verona e non c’è nem­meno Buenos Aires. O forse ci sono entram­bi. – dichiara Luciano Padovani – Tro­vi­amo la sala delle feste, il bal­cone di Giuli­et­ta, la tom­ba, la piaz­za, luo­go del­lo scon­tro tra Capuleti e Mon­tec­chi. In questi luoghi c’è un sapore di anti­co che non è anti­co e c’è un sapore di con­tem­po­ra­neo che con­tem­po­ra­neo non è. Romeo Y Juli­eta tan­go inizia con Juli­eta mor­ta un inizio dram­mati­co per una sto­ria d’amore, per un rac­con­to in tan­go del­la sto­ria di tutte le sto­rie d’amore. Por­to in sce­na il dual­is­mo maschile e fem­minile, lo scon­tro tra due famiglie e l’amore impos­si­bile dei pro­tag­o­nisti. Il tan­go rap­p­re­sen­ta, nell’immaginario col­let­ti­vo, l’amore totale, l’abbandono totale del­la don­na all’interno dell’abbraccio dell’uomo. Da qui è nata la voglia di rac­con­tare la sto­ria di due innamorati con il tan­go.”

Dan­zano: Ludovi­ca Antoni­et­ti, Mat­teo Antoni­et­ti, Marce­lo Bal­lon­zo, Tobias Bert, Jes­si­ca D’Angelo, Loredana De Brasi, Gian­nal­ber­to De Fil­ip­pis, Ele­na Garis, Sil­vio Grand, Elisa Muc­chi, Mar­co Peri­coli e Selene Scar­poli­ni. Tan­go Spleen Cuar­te­to: Mar­i­ano Sper­an­za — pianoforte e direzione, Francesco Bruno – ban­do­neon, Andrea Mar­ras – vio­li­no e Gian Luca Ravaglia – con­tra­b­bas­so.

BIGLIETTI Uni­co € 5. PREVENDITA on line su arteven.it. VENDITA bigli­et­ti un’ora pri­ma dell’inizio di spet­ta­co­lo pres­so Vil­la Car­rara Bot­tag­i­sio di Bar­dolino (Vr).

 

 

Parole chiave: -