-

Russel Coutts pensa al Garda come palestra di Coppa America

02/09/2003 in Sport
Di Luca Delpozzo

Il Gar­da come “palestra” per Rus­sel Coutts? L’ipote­si è tut­t’al­tro che una boutade vis­to che nei giorni scor­si, durante un momen­to di pausa dei match-race il leggen­dario tim­o­niere nonché team man­ag­er di “Alinghi”, la bar­ca vincitrice del­l’ul­ti­ma Cop­pa Amer­i­ca, veden­do le con­dizioni di otti­ma ven­tosità del­l’al­to Gar­da, ha but­ta­to lì un’osser­vazione, qua­si un pen­siero non tan­to recon­di­to che, se dovesse con­cretiz­zarsi, rap­p­re­sen­terebbe davvero un bel colpo per il mon­do del­la vela locale, per l’im­mag­ine tur­is­ti­ca e sporti­va di Riva e del­l’in­tero Gar­da. Il neoze­landese, nat­u­ral­iz­za­to svizze­ro, infat­ti, ha fat­to balenare l’idea di portare due barche, quelle usate nel­l’ul­ti­ma edi­zione del­la gara di Auck­land, sul nos­tro lago, per tut­ta la serie di selezione equipag­gi, allena­men­ti e prove in vista del­la prossi­ma edi­zione del­la Cop­pa. Cer­to, ci vor­rebbe qualche strut­tura a ter­ra in più, come capan­noni in gra­do di ospitare le barche dopo una gior­na­ta di prove, spe­ciali gru per spostar­le, mag­a­zz­i­ni ed una cer­ta logis­ti­ca, ma, l’idea non può che inor­goglire parecchio.