SI disputerà il Trofeo AICS Città di Desenzano

Sabato 30 e domenica 31 gennaio appuntamento con il nuoto

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Saba­to 30 e domeni­ca 31 gen­naio Desen­zano indosserà i pan­ni del­la cap­i­tale del nuo­to. La locale pisci­na comu­nale, in effet­ti, ospiterà quel­lo che nel cor­so degli anni è diven­ta­to un vero e pro­prio avven­i­men­to. Sarà quel­la l’intensa due-giorni ded­i­ca­ta alla quat­tordices­i­ma edi­zione del Tro­feo Aics-Cit­tà di Desen­zano, com­pe­tizione inter­nazionale di nuo­to ris­er­va­ta ai mas­ter, che rap­p­re­sen­ta ormai a buon dirit­to un vero e pro­prio cam­pi­ona­to del mon­do del­la cat­e­go­ria. Il seg­re­to del grande suc­ces­so del­la man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta dall’Aics e dall’Aics Mas­ter Bres­cia (con il patrocinio dell’Amministrazione comu­nale desen­zanese e con la stret­ta col­lab­o­razione del­la Fin e del­la Sport Man­age­ment) va però al di là del sem­plice momen­to ago­nis­ti­co. Il Tro­feo Aics-Cit­tà di Desen­zano è infat­ti diven­ta­to uno stru­men­to priv­i­le­gia­to e par­ti­co­lar­mente effi­cace per unire al tem­po stes­so tur­is­mo, social­iz­zazione e il pre­ciso deside­rio di creare nuovi vin­coli di ami­cizia. La com­pe­tizione, che ogni anno ind­i­riz­za sulle sponde del cir­ca duemi­la nuo­ta­tori prove­ni­en­ti da tutte le regioni d’Italia e da diverse nazioni straniere, richia­ma infat­ti nel­la nos­tra provin­cia un foltissi­mo grup­po di vis­i­ta­tori in una sta­gione che cer­to non è quel­la preferi­ta per recar­si in ter­ra lacus­tre. Durante il peri­o­do del­la gara atleti, diri­gen­ti, famigliari e sem­pli­ci appas­sion­ati approf­ittano dell’occasione per sco­prire Desen­zano e tut­to lo splen­di­do entroter­ra garde­sano, offren­do alla loro per­ma­nen­za in provin­cia di Bres­cia una con­no­tazione che va ben al di là del­la pur illus­tre sfi­da sporti­va. Anche da questo pun­to di vista, in effet­ti, il Tro­feo Aics-Cit­tà di Desen­zano si pone in gran­dis­si­ma evi­den­za, vis­to che ogni edi­zione viene pun­tual­mente arric­chi­ta dal­la real­iz­zazione di nuovi pri­mati (mon­di­ali, europei ed ital­iani) che dan­no un pres­ti­gio del tut­to par­ti­co­lare alla com­pe­tizione desen­zanese, che ricev­erà il via uffi­ciale pro­prio saba­to 30 gen­naio (intorno alle 13.30) dal pres­i­dente nazionale dell’Aics, Bruno Molea, e dal diri­gente nazionale Mario Gre­go­rio, insieme al sin­da­co di Desen­zano, Felice Anel­li. Da quel momen­to sino al tar­do pomerig­gio di domeni­ca 31 gen­naio tutte le piste del­la pisci­na lacus­tre (un tut­to esauri­to che richiede ogni vol­ta un grande lavoro agli orga­niz­za­tori) ospit­er­an­no una lun­ga ed avvin­cente serie di sfide che coin­vol­ger­an­no tut­ti i nomi più impor­tan­ti del panora­ma inter­nazionale dei mas­ter, che si cimenter­an­no in spe­cial­ità come dor­so, rana, far­fal­la e stile libero. Tut­ti con la voglia di miglio­rar­si e di dare il mas­si­mo per quel­la dis­ci­plina che, indipen­den­te­mente dal pas­sare degli anni, rimane la loro grande pas­sione. Ed è pro­prio questo, in fin dei con­ti, il pic­co­lo, grande ingre­di­ente alla base delle for­tune del Tro­feo Aics-Cit­tà di Desenzano. 

Parole chiave: