Salò: Gran Concerto di Ferragosto

15/08/2021 in Attualità
Di Redazione

La Ban­da Cit­tad­i­na di Salò, nel suo 203esimo anno di vita, si sta avvic­i­nan­do alla 44esima meta, a pic­coli pas­si, qua­si in sor­di­na, per pau­ra di sveg­liare il virus, che da un paio di anni la tor­men­ta e che sem­bra esser­si appisolato.

Sono sta­ti due anni dif­fi­cili che han­no osta­co­la­to e dis­or­di­na­to la vita dell’Associazione che ora vuole fornire una pro­va di resilien­za, dimostran­do al pub­bli­co fedele, la sua capac­ità a super­are gli ostacoli.

Il mae­stro Pao­lo Lui­gi Belot­ti, aprirà la ser­a­ta con la Junior Band, alla quale farà segui­to l’Orchestra di Fiati, gui­da­ta dal mae­stro Ange­lo Bol­ci­aghi, entram­bi riemerse dopo un anno d’inattività.

La Scuo­la di Musi­ca, che con­ta un centi­naio di alun­ni, nonos­tante le dif­fi­coltà, non ha mai inter­rot­to la sua fun­zione, facen­do lezioni indi­vid­u­ali di musi­ca a dis­tan­za, orga­niz­zan­do cor­si col­let­tivi di teo­ria musi­cale on-line in sos­ti­tuzione del­la musi­ca d’ assieme, e avvian­do il nuo­vo e inter­es­sante prog­et­to “Edu­cazione Musi­cale” ind­i­riz­za­to ai bim­bi dai 0 ai 4 anni che ha riscos­so mol­ta atten­zione fra le gio­vani famiglie.

L’interesse educa­ti­vo e riabil­i­ta­ti­vo del­la Ban­da Cit­tad­i­na di Salò si esten­derà a breve anche con un prog­et­to ver­so gli anziani. È nel­la cifra del “ritrovar­ci” di nuo­vo, del rived­er­ci, del comu­ni­care attra­ver­so la musi­ca e del­lo stare insieme, il sig­ni­fi­ca­to dato al Grancon­cer­to di fer­ragos­to 2021.

Da ques­ta è sca­tu­ri­ta l’idea di un pro­gram­ma musi­cale che accol­ga generi diver­si, come a vol­er accon­tentare in modo trasver­sale, in una fes­ta, un po’ tut­ti: una suc­ces­sione di musiche di autori diver­si e lon­tani stilis­ti­ca­mente, da Perez Pra­do a Stravin­skij, da Mor­ri­cone a Michael Jack­son. Autori che il pub­bli­co sco­prirà di vol­ta in vol­ta, come una serie di piat­ti volu­ta­mente dif­fer­en­ti in una cena a sor­pre­sa… per­ché in questo momen­to l’aspet­to cen­trale e catal­iz­za­tore deside­ri­amo sia, come in una fes­ta tra per­sone lon­tane da tem­po, il tornare a con­di­videre in piaz­za, con i salo­di­ani, il fare musi­ca dell’Orchestra di Fiati Gas­paro Bertolot­ti e degli ami­ci Idilliaci.