Memorabili recite di Emma Gramatica, Baseggio, Benassi, Ruggeri, il gotha della prosa.

Salò «salva» il suo Teatro Bomboniera

28/02/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Federico Pelizzari

Mem­o­ra­bili recite di Emma Gra­mat­i­ca, Baseg­gio, Benas­si, Rug­geri, il gotha del­la prosa. Suc­ces­si strepi­tosi del­la lir­i­ca attra­ver­so «Tosca», «Car­men», «Lucia di Lam­mer­moor», «Pagli­ac­ci». Sono i test del­la valid­ità artis­ti­ca dimostra­ta dal Teatro Bom­boniera di Salò che, dopo decen­ni di degra­do, viene rimes­so in ses­to. Sono iniziati i restau­ri finanziati dal Fisl regionale medi­ante il sus­sidio di 1.800 mil­ioni, mira­to all’as­set­to strut­turale del palaz­zo prog­et­ta­to dal­l’ar­chitet­to Achille Sfron­di­ni, a immag­ine del vec­chio Man­zoni di e inau­gu­ra­to nel­l’ot­to­bre del 1873 da un clam­oroso «Rigo­let­to». Un prece­dente inter­ven­to, costa­to 500 mil­ioni, ha già attua­to i rifaci­men­ti anti­sis­mi­ci e opere di con­sol­i­da­men­to e sicurez­za. Il pri­mo lot­to con­tem­pla il com­ple­ta­men­to di caveau, pal­co, foy­er e inter­ven­ti architet­toni­ci e tecnologici.

Parole chiave: