Un vento violentissimo da est ha spazzato il lago per ore. Situazione più difficile per due Imbarcazioni davanti a Sirmione. Superlavoro per i soccorritori

Salvati 15 turisti su barche alla deriva

31/07/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
E.B.

La Vines­sa, ven­to che arri­va da Est, ha fat­to dan­ni sul Bas­so Gar­da. Il peg­gio lo han­no subito due imbar­cazioni a motore, noleg­giate da tur­isti stranieri. Quan­do il ven­to s’è alza­to, attorno alle 17 di ieri, era­no al largo. Le raf­fiche han­no rag­giun­to i 20 metri al sec­on­do con onde alte anche due metri. Per i due natan­ti rien­trare a riva è diven­ta­ta un’impresa. Han­no com­in­ci­a­to ad imbar­care acqua. A bor­do tedeschi e romeni. Per loro tut­to finirà bene, ma lo spaven­to sarà for­tis­si­mo. In mez­zo al lago con quelle onde soll­e­vate da un ven­to che è di fat­to Bora, con la dif­feren­za che qui lo chia­mano Vines­sa. Su una bar­ca era­no in sette, sull’altra in otto su un trat­to di lago al largo del­la peniso­la di Sirmione.La pri­ma bar­ca è rius­ci­ta a rien­trare da sola, toc­can­do riva all’altezza del parcheg­gio Monte . Qui i tur­isti sono sta­ti soc­cor­si dai di Desen­zano. Per l’altra bar­ca non c’è sta­to nul­la da fare: è affon­da­ta. Ma gli uomi­ni del­la sono rius­ci­ti a sal­vare le per­sone. Le han­no trat­te a riva, uti­liz­zan­do le motovedette e il gom­mone ocean­i­co Alfa 58. Due dei sal­vati però, a causa prob­a­bil­mente di una pro­l­un­ga­ta espo­sizione al fred­do dell’acqua, sono entrati in crisi ipoter­mi­ca. Al pun­to che i soc­cor­ri­tori han­no con­siglia­to il ricovero in ospedale, che è sta­to rifiutato.È sta­ta una gior­na­ta dif­fi­cile sul Gar­da, com­in­ci­a­ta da un allarme, lan­ci­a­to da una bar­ca, ben pri­ma che si alzasse il ven­to. Imbar­ca­va acqua, ecco per­chè l’sos. Di quell’imbarcazione però non si saprà più nul­la. Dis­per­sa? La Guardia costiera tende ad esclud­er­lo. È prob­a­bile che abbia guadag­na­to la riva e poi non abbia avver­ti­to del­lo scam­pa­to peri­co­lo. Le motovedette han­no bat­tuto tut­ta la zona e con la vis­i­bil­ità rimas­ta sem­pre otti­ma, avreb­bero indi­vid­u­a­to la bar­ca in avaria. O un even­tuale relitto.I prob­le­mi sono venu­ti dopo, con la Vines­sa. Le folate han­no scon­volto mez­zo lago.Molte barche sono state dis­ormeg­giate e scar­aven­tate su spi­agge e scogli dalle onde o allon­tanate in acque aperte. I Vig­ili del fuo­co di han­no pena­to per recu­per­are un natante che si sta­va per­den­do in mez­zo al lago. Alle oper­azioni han­no parte­ci­pa­to anche i , i cara­binieri di Desen­zano, la di Salò e l’elisoccorso del 118.

Parole chiave: