San Martino in Calle, associazione Onlus in attività da un anno sorta come comitato spontaneo fra i commercianti di Calle Prima, non vuole essere solamente un sodalizio per «far festa».

San Martino fonda la banca del tempo

15/03/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
(s.b.) (s.b.) s b.

San Mar­ti­no in Calle, asso­ci­azione Onlus in attiv­ità da un anno sor­ta come comi­ta­to spon­ta­neo fra i com­mer­cianti di Calle Pri­ma, non vuole essere sola­mente un sodal­izio per «far fes­ta». Vuole, e seri­amente, fare del pros­elit­ismo fra la gente e radi­car­si nel­la col­let­tiv­ità per muover­si ver­so chi non ha o è sta­to meno for­tu­na­to. Tut­to questo è emer­so nell’assemblea svoltasi al cen­tro gio­vanile par­roc­chiale. «L’associazione vuole essere un rifer­i­men­to per la social­ità di Lazise e delle frazioni di Colà e Pacen­go», ha dichiara­to Maria Fiorel­la Azza­li, pres­i­dente del sodal­izio, «e intende sen­si­bi­liz­zare più gente pos­si­bile a lavo­rare nel sociale. Dovrà essere il sup­por­to oper­a­ti­vo per le isti­tuzioni met­ten­do in cam­po le risorse umane di chi ha un po’ del suo tem­po da met­tere a dis­po­sizione». È una sor­ta di ban­ca del tem­po, ovvero uno stru­men­to per oper­are nel tes­su­to sociale attra­ver­so il volon­tari­a­to di con­cer­to con l’assistente sociale e la Croce Rossa di . La San Mar­ti­no in Calle si è mossa nel 2000 in tre direzioni: aiu­to a Suor Bruna Imel­da nel­la cura dei leb­brosi del Brasile, appog­gio ad Emer­gency con un con­trib­u­to a favore delle strut­ture ospedaliere in Afgan­istan e Corea per la cura dei muti­lati dalle mine antiuo­mo; a Lazise con inter­ven­ti uman­i­tari. «Questi canali», con­tin­ua Azza­li, «ver­ran­no por­tati avan­ti anche quest’anno, con una vari­ante impor­tante e speci­fi­ca per il ter­ri­to­rio di Lazise. Sti­amo acqui­s­tan­do attrez­za­ture san­i­tarie e di sup­por­to da prestare a chi­unque ne abbia neces­sità. Mi riferisco all’utilizzo di car­rozzelle, stam­pelle e altri pre­si­di. L’associazione dovrà diventare un vero e pro­prio rifer­i­men­to per la gente di Lazise in dif­fi­coltà, bisog­nosa di aiu­to momen­ta­neo, pri­va di appog­gi san­i­tari e anche spir­i­tu­ali». San Mar­ti­no in Calle cer­ca volon­tari disponi­bili ad offrire parte del loro tem­po per dare una mano al vici­no, all’amico, al fratel­lo, allo sconosci­u­to che vive in mez­zo alla comunità.