Il collegio cambiò volto grazie a Francesco Dolfo

Sant’Orsola: Una storia iniziata nel ’46

29/10/2002 in Curiosità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Salò

Il nome di Francesco Dol­fo, di orig­i­ni friu­lane, è stret­ta­mente lega­to all’Istituto Sant’Orsola. Dopo avere lavo­ra­to come isti­tu­tore a Cre­mona, ebbe occa­sione di trasferir­si a Salò. Nel gen­naio del ’46 l’Opera Pia car­ità laicale gli affidò la ges­tione del Col­le­gio civi­co di via Brunati. Il pen­sion­a­to ospi­ta­va più di cen­to ragazzi. Lui trasfor­mò le cam­er­ate in tante stanzette, miglio­ran­done le con­dizioni. Nel ’55, poi, acquisì il Sant’Orsola dalle suore, che inseg­na­vano solo alle ragazze, pros­eguen­do con le Medie e le Magis­trali. «Molti ex stu­den­ti — ama ricor­dare il com­menda­tore — mi scrivono anco­ra oggi. E se pos­sono ven­gono a trovar­mi. Ricor­dano sor­ri­den­do gli scapac­cioni che molla­vo. A fin di bene, s’intende». Col tem­po furono aggiun­ti il Liceo sci­en­tifi­co, il Lin­guis­ti­co e il cor­so per pro­gram­ma­tori. Poi, con l’arrivo degli anni ’90 le cose iniziarono a cam­biare, e nel ’96 si arrivò alla chiusura. Da allo­ra il com­menda­tor Dol­fo ha regala­to alla Coop­er­a­ti­va cat­toli­ca, gui­da­ta dal par­ro­co Francesco Andreis e con sede in via S. Jago, il riconosci­men­to legale dei cor­si di Ragione­r­ia e Magis­trali, tutte le attrez­za­ture (lab­o­ra­to­rio di infor­mat­i­ca con per­son­al com­put­er, lab­o­ra­tori di chim­i­ca, fisi­ca e lingue, lavagne, sedie, banchi e cat­te­dre), e un con­trib­u­to di 50 mil­ioni di vec­chie lire. Com­piu­ti i 90 anni si è insom­ma riti­ra­to sul…colle, vale a dire nel­la sua casa a monte del­la 45 bis. L’anno scor­so, in occa­sione del­la fes­tiv­ità di San Car­lo, il patrono di Salò (che ricorre il 4 novem­bre), il Comune gli ha con­seg­na­to il «Pre­mio Gas­paro» assieme a Tul­lio Fof­fa e alla moglie Maria Tere­sa Cru­ciani. Per il 2002 il riconosci­men­to (una stat­uet­ta che ripro­duce il bus­to di uno degli inven­tori del vio­li­no) andrà a suor Vin­cen­za, all’anagrafe Assun­ta Cor­ti, diret­trice dell’istituto del­la . La cer­i­mo­nia uffi­ciale si svol­gerà lunedì prossi­mo, alle ore 17, nel­la sala con­sil­iare del palaz­zo municipale.

Parole chiave: