Il Consorzio del Garda classico con l’Amministrazione comunale propongono la manifestazione il 25 e 26 maggio.
E il classico vino del Garda sarà per la prima volta abbinato anche al provolone della Valpadana

Sapori in rosa sul lungolago, re il Chiaretto

Di Luca Delpozzo
c.a.

A Gar­done Riv­iera l’estate decol­la sot­to il seg­no dei Chiaret­ti: il 25 e 26 mag­gio tor­na infat­ti in sce­na l’ormai tradizionale appun­ta­men­to con «Pri­mav­era- Il Pro­fu­mo dei Chiaret­ti», man­i­fes­tazione enogas­tro­nom­i­ca giun­ta alla ses­ta edi­zione ed orga­niz­za­ta dal Con­sorzio Gar­da Clas­si­co, in col­lab­o­razione con l’Amministrazione comu­nale di Gar­done Riv­iera. La for­mu­la dell’evento, pre­sen­ta­to ieri al palaz­zo del­la di Bres­cia dall’assessore regionale all’agricoltura Viviana Becca­los­si, dal sin­da­co di Gar­done Alessan­dro Baz­zani e dal con­sigliere del Gar­da Clas­si­co Alber­to Pancera, rimane quel­la che ha già riscos­so tan­to suc­ces­so nelle pas­sate edi­zione: due ser­ate nell’affascinante cor­nice del­la «per­la stor­i­ca del­la riv­iera bres­ciana del Gar­da», ded­i­cate all’approfondimento sen­so­ri­ale sul Gar­da Clas­si­co nell’abbinamento con i sapori del lago e delle terre bres­ciane. Il cir­cuito enogas­tro­nom­i­co bat­tez­za­to «Sapori in Rosa» si dispiegherà sul lun­go­la­go di Gar­done Riv­iera sia il 25 che il 26 mag­gio, a par­tire dalle 19.30 fino alle 22, accoglien­do un numero ristret­to di appas­sion­ati (cir­ca 300 ingres­si a sera, al cos­to di 18 euro): ci sarà un vero e pro­prio ban­co d’assaggio dei migliori Chiaret­ti del Gar­da Clas­si­co, abbinati a for­mag­gi, salu­mi, miele, oli extravergi­ni, dol­ci, pesci di lago, pro­posti diret­ta­mente dai pro­dut­tori, e preparazioni pen­sate apposi­ta­mente per l’occasione da uno chef di gri­do come Pier­car­lo Zan­ot­ti del ris­torante «Orti­ca» di Maner­ba del Gar­da. Per la pri­ma vol­ta sarà inoltre pos­si­bile sper­i­menta­re l’abbinamento tra Chiaret­to ed il Pro­volone Val­padana Dop, for­mag­gio che ha pro­prio a Bres­cia la sua prin­ci­pale roc­caforte pro­dut­ti­va dopo Cre­mona. Ven­erdì 25, alle 20.30, sarà anche pos­si­bile regalar­si una cena a lume di can­dela e «a bor­do lago», con menù ideato e real­iz­za­to dal­la Scuo­la Alberghiera Cate­ri­na de’ Medici di Gar­done Riv­iera. Musi­ca ed altre degus­tazioni com­ple­tano il pro­gram­ma di una man­i­fes­tazione che, ha det­to la vicepres­i­dente regionale Becca­los­si, «è uno spic­chio di sapori del ter­ri­to­rio, ma anche la riv­inci­ta di un per trop­po tem­po con­sid­er­a­to povero, e quest’anno pro­tag­o­nista di un vero trend di riscop­er­ta a par­tire da , dove uno dei fenomeni è sta­to pro­prio il Chiaret­to. E questo dimostra che i nos­tri pos­sono essere il vei­co­lo ide­ale per trasmet­tere i nos­tri val­ori e la nos­tra sto­ria». Info e preno­tazioni, 348–8945040, promozione@gardaclassico.it, www.gardaclassico.it