Sbarca a Sirmione la Cantina Valpolicella Negrar coniatrice, nel secolo scorso, del nome “Amarone”

26/01/2019 in Attualità
Parole chiave: - -
Di Redazione

Portare un po’ di pae­sag­gio del­la Valpo­li­cel­la con i suoi ter­raz­za­men­ti vitati a Sirmione, local­ità tur­is­ti­ca bres­ciana tra le più belle del bas­so Gar­da: ques­ta l’intenzione di  Can­ti­na Valpo­li­cel­la Negrar che oggi, saba­to 26 gen­naio 2019, alla pre­sen­za delle autorità, ha fes­teggia­to l’inaugurazione dell’inno­v­a­ti­vo Domìni Veneti wine shop, in via Tode­schi­no 100, il pri­mo per la can­ti­na fuori dal­la provin­cia di Verona, dopo le enoteche pre­sen­ti a Negrar e a Cavaion (Vr).

Un’immersione sim­bol­i­ca tra i vigneti e i pro­fu­mi del­la Valpo­li­cel­la. Il wine shop Domìni Veneti di Sirmione, è sta­to ideato con l’idea di avvic­inare il pub­bli­co ai vini e al tipi­co pae­sag­gio ter­raz­za­to delle colline in Valpo­li­cel­la attra­ver­so una pre­cisa scelta di mate­ri­ali, col­ori e design dei mobili e la sud­di­vi­sione sin­u­osa degli spazi interni che richia­mano il con­testo pae­sag­gis­ti­co degli oltre 700 ettari di vigne­to di pro­pri­età dei 230 soci del­la can­ti­na, dis­lo­cati nel­la mag­gior parte nelle colline del­la Valpo­li­cel­la clas­si­ca. Il locale, com­prende anche un’area ded­i­ca­ta agli even­ti che saran­no pro­posti peri­odica­mente e che non mancher­an­no di coin­vol­gere i pub­bli­ci più diver­si (ulte­ri­ori info www.dominiveneti.it).

A Sirmione i vini rossi del­la Valpo­li­cel­la sono molto apprez­za­ti. “Sirmione è una bel­lis­si­ma cit­tad­i­na ter­male vis­i­ta­ta da molti tur­isti attrat­ti dal­la sua bellez­za nat­u­rale e dalle sue mem­o­rie storiche ed è abi­ta­ta da per­sone che amano i vini rossi del­la Valpo­li­cel­la, per questo abbi­amo deciso di aprire qui il nos­tro pri­mo pun­to ven­di­ta fuori dal­la provin­cia di Verona, che rap­p­re­sen­ta l’inizio di un prog­et­to di espan­sione per arrivare diret­ta­mente ai con­suma­tori. Quel­lo del­la fil­iera cor­ta, infat­ti, è un sis­tema di ven­di­ta in cui cre­di­amo forte­mente”, spie­ga Daniele Accor­di­ni, dg ed enol­o­go di Can­ti­na Valpo­li­cel­la Negrar.

Alle orig­i­ni del nome . All’interno del Domìni Veneti wine shop di Sirmione, i vis­i­ta­tori potran­no conoscere anche la sto­ria del­la can­ti­na, che ha appe­na fes­teggia­to i suoi 85 anni di sto­ria e tra i cui pri­mati annovera il bat­tes­i­mo del nome Amarone, avvenu­to negli anni ‘30 del sec­o­lo scor­so nel­la bot­ta­ia di Vil­la Mosconi ad Arbiz­zano, frazione di Negrar, sede in quegli anni di Can­ti­na Sociale Valpo­li­cel­la. A quel tem­po, avvenne infat­ti che il can­ti­niere Adeli­no Luc­ch­ese si accorgesse di aver las­ci­a­to fer­mentare trop­po a lun­go una botte di , il rosso pas­si­to allo­ra più impor­tante del­la Valpo­li­cel­la. Il diret­tore del tem­po, Gae­tano Dal­l’O­ra, non lo rim­proverò per­ché si rese con­to di avere nel bic­chiere, invece che un “Recioto anda­to in amaro” un grande “Amarone”. Avvenne così, anche per la felice intu­izione di un bra­vo enol­o­go come Dall’Ora, di come sta­vano cam­bian­do i vini del­la Valpo­li­cel­la e il gus­to dei loro esti­ma­tori, la nasci­ta del nome Amarone, imbot­tiglia­to per la pri­ma vol­ta dal­la can­ti­na nel 1939 con l’etichet­ta Amarone Extra del­la Valpo­li­cel­la (la bot­tiglia è vis­i­bile nel tour ideato per i vis­i­ta­tori, su preno­tazione) dic­i­tu­ra che, per cir­ca tren­t’an­ni, fu usa­ta solo da Can­ti­na Valpo­li­cel­la Negrar.

 

 

 

Parole chiave: - -