Giornata mondiale per la pulizia dei fondali

Scatta l’operazione dei fondali puliti Intervengono i sub e gli ecovol

21/09/2002 in Balneabilità
Di Luca Delpozzo
Lazise

Domani si ter­rà nelle acque anti­s­tan­ti il camp­ing Du Parc la gior­na­ta mon­di­ale ded­i­ca­ta alla pulizia dei fon­dali. La man­i­fes­tazione orga­niz­za­ta dal­la soci­età nazionale di sal­va­men­to e dal grup­po sub­ac­queo Obbi­et­ti­vo Sub è denom­i­na­ta «Inter­na­tion­al cleanup day» e fa parte del prog­et­to «Aware» (Aquat­ic world awarenes, respon­s­abil­i­ty and edu­ca­tion). «Può parte­ci­pare a ques­ta inizia­ti­va chi­unque lo desideri», spie­ga Mas­si­m­il­iano Canos­sa diret­tore del­la scuo­la Obbi­et­ti­vo Sub di Verona. «Orga­nizzer­e­mo due grup­pi; un pri­mo di soli sub che puli­ran­no i fon­dali per un fronte di tre­cen­to metri qua­drati men­tre il sec­on­do grup­po sarà orga­niz­za­to per rac­cogliere il mate­ri­ale las­ci­a­to sul­la spi­ag­gia e nei can­neti dai poco edu­cati che fre­quen­tano le spi­agge del lago. Queste per­sone saran­no segui­te dagli uomi­ni del­la Sns ai quali ver­rà dis­tribuito del mate­ri­ale per il recu­pero dei rifiu­ti come guan­ti, sac­chi di plas­ti­ca e quant’altro neces­si­ta al recu­pero. «L’obbiettivo è quel­lo di difend­ere e sal­va­guardare il mon­do sot­tomari­no nei con­fron­ti del frag­ile eco­sis­tema acquati­co e di edu­care il grande pub­bli­co ad un com­por­ta­men­to rispet­toso dell’ambiente. Ogni anno, quan­tità enor­mi di rifiu­ti van­no a finire nei nos­tri mari e laghi». «Project Aware aiu­ta a rac­cogliere dati e a cat­a­log­a­re i rifiu­ti per sta­bilirne il tipo, la quan­tità e la prove­nien­za. I 12 tipi di rifiu­ti più fre­quen­ti, tra cui mozzi­coni di sigarette, bic­chieri, bot­tiglie e pezzi di vetro, ver­ran­no elen­cati in una lista denom­i­na­ta «la sporca dozzi­na». Il pri­mo Beach Cleanup fu orga­niz­za­to nel 1986 nel Texas, al quale parte­ci­para­no 800 volon­tari di tut­to il paese che rac­colsero la bellez­za di 124 ton­nel­late di rifiu­ti. Queste man­i­fes­tazioni si sono riv­e­late utili ad anal­iz­zare le cause dell’inquinamento acquati­co e a rac­cogliere dati impor­tan­ti per chi dirige l’economia e la polit­i­ca. Si pre­sume che saran­no oltre un mil­ione col­oro che saran­no pre­sen­ti a ques­ta gior­na­ta mon­di­ale per la bonifi­ca delle acque in tut­to il mon­do. Il pro­gram­ma del­la gior­na­ta a Lazise è il seguente: ore 9,30 ritro­vo pres­so la spi­ag­gia del camp­ing Du Parc, dove si ter­ran­no le iscrizioni e l’assegnazione del mate­ri­ale occor­rente. Quin­di la sud­di­vi­sione dei due grup­pi denom­i­nati «Dive Team» for­ma­ta da sub­ac­quei con brevet­to, men­tre la sec­on­da squadra chia­ma­ta «Beach Team» sarà for­ma­ta da non sub che si inter­esserà alla rac­col­ta dei rifiu­ti sul­la spi­ag­gia e zone lim­itrofe. Alle ore 10 com­in­cer­an­no le oper­azioni, men­tre alle 11,30 ci saran­no pre­mi­azioni e riconosci­men­ti per tut­ti i parte­ci­pan­ti. Per i sub­ac­quei che non possiedono l’attrezzatura sub, si fa noto che è pos­si­bile noleg­gia­re bom­bole gav ed eroga­tori pres­so il cen­tro immer­sioni, purché in pos­ses­so di brevet­to per sub, al numero di tele­fono: 045.7650168 oppure invian­do un fax a 045/6151512. Al ter­mine del­la man­i­fes­tazione, i sub­ac­quei che avran­no rac­colto il mag­gior numero di rifiu­ti, che ver­ran­no pesati e cat­a­lo­gati, ver­ran­no pre­miati con tor­cia sub­ac­quea Scuba­light, borse zaino con ruote e attrez­za­ture sub, alle ore 12,30 pran­zo al Camp­ing Du Parc.