Scattato il conto alla rovescia per gli evento della Centomiglia del Garda

16/08/2014 in Vela
Di Luigi Del Pozzo
La rega­ta del , sarà la grande aper­tu­ra degli even­ti del­la del Gar­da, pre­sen­terà la novità del “pic­co­lo Gor­la”, una rega­ta costiera che il 30 agos­to seg­n­erà l’e­sor­dio orga­niz­za­ti­vo del . Sarà una gara “cor­ta”, tra Bogli­a­co, Gargnano, Tor­ri (Verona) e Cam­pi­one. La clas­si­fi­ca abbina­ta alla pro­va del Gor­la del 31 agos­to sta­bilirà i val­ori del “Super G”. Alla sede del CV Gargnano con­tin­u­ano intan­to le numerose ade­sioni alle varie regate. 
Il Tro­feo Ric­car­do Gor­la giunge quest’an­no alla sua 48° edi­zione. Gor­la era un uffi­ciale del­lo Sport Veli­co del­la Mari­na Mil­itare, che nelle acque del lago ave­va appre­so l’arte del veleg­gia­re. Scom­parve durante una rega­ta in Tir­reno nel 1966 con il terza classe Rorc, “Orsa Minore”. Ric­car­do Gor­la era sta­to al fian­co di gran­di skip­per, prodiere del leggen­dario Agosti­no Strauli­no nel­la cor­sa ver­so l’Olimpiade del Mes­si­co. 
La pri­ma edi­zione del Gor­la si dis­putò, sul­la rot­ta Gargnano-Riva-Gargnano nel­l’es­tate del 1967 (Oggi si corre da Bogli­a­co-Cam­pi­one-Tor­bole- Iso­la del Trimel­one-Bogli­a­co). L’ap­pun­ta­men­to era ad inizio agos­to. La pri­ma edi­zione del­la rega­ta venne vin­ta dal “Voloira”, il  “5.5 metre” in leg­no con­dot­to dal nobile veronese Zeno Peretti Colò, figlio di Umber­to, il vinci­tore del­la pri­ma Cen­tomiglia. Zeno Peretti Colò sem­pre in quel­l’an­no vinse la Cen­tomiglia bat­ten­do le Star di Pino Ben­daz­zoli e Flavio Scala. Gli altri vinci­tori del Gor­la sono sta­ti l’ Ander “Tita” arma­to da Andrea Castel­lani, nel 1969 il cata­ma­ra­no classe C “Dafne” por­ta­to dal­lo skip­per vene­to Pier Loren­zo Trova­to. C’era già la pre­sen­za dei mul­ti­scafi  nel Gor­la che oggi si chia­ma, per loro, la “50 Miglia del Gar­da”. Nel­l’al­bo d’oro del Gor­la tro­vi­amo poi il “Cioc­ca II”, bar­ca azzur­ra olimpi­ca nel 1948 e nel 1952 di Gio­van­ni­ni e Rossi, “White Fal­con” di Fran­co Nociv­el­li, “Pen­sa per te” di Alber­to Bonazzi, “Cas­sio­pea 1 e 2” di Nociv­el­li e Pasot­ti, “L’aspide” di Alber­to Rossari, “Xenophon” dei tedeschi Fricke, “Gri­fo” del notaio Gian Anto­nio Tita, “Far­r­net­i­cante” di Luciano Lievi, “Df Design” del­lo svizze­ro e skip­per mon­di­ale Mar­tin Fehlmann, “Ines” dei San­gia­co­mo, “Dimore” Andrea Ste­fan­i­na, “Ita 93” di Gian­ni Pran­del­li, “Ita 91” di Gui­do Pia­cen­za, “Ita 92” che diven­terà “Raffi.Ca”, sem­pre arma­ta da Loren­zo Riz­zar­di, “Principes­sa” con l’aus­tri­a­co Joschi Ent­ner e Rober­to Bena­mati, “Gar­da Azzur­ra” con  Tono­li,
Nel 2003 ecco la pri­ma di “Clan­desteam” , oggi “Clan Grok”. Gli Asso 99 “Fert”  “Asset­to”, il cata­ma­ra­no “Dafne” e il tri­mara­no “North Star”, sono  solo le uniche “non  Lib­era” che han­no vin­to nel Gor­la. Nel 2004 davan­ti a tut­ti tor­na “Principes­sa”. Si ripeterà nel 2005. Una rega­ta tut­ta in recu­pero su “Clan­desteam”. Nel 2006 ci sono i magia­ri di “Gar­da Azzur­ra”, l’ex “Dimore” (la bar­ca del record alla Cen­tomiglia) por­ta­ta dal  finnista olimpi­co dell’Ungheria Litkey Farkas . Ma davan­ti  a tut­ti, e nel­la clas­si­fi­ca del­la 50 Miglia per la mul­ti­flot­ta al suo esor­dio nel­la gara tut­ta sua, c’è l’Extreme 40 “Hol­ma­tro” con un’altra glo­ria olimpi­ca, l’austriaco Andreas Hagara.  Arrivano poi le chiglie volan­ti, quel­la “bas­cu­lante” di “Wild Lady”; nel 2012 quel­la tut­ta in aria di “Stava­gan­za” e nei Cat  tedesco tut­to verde di “Team M2”.
Per tornare al clas­si­co, l’an­no scor­so, si fa per dire, del lib­era “Clan Grok” e nel­la 50 Miglia del cata­ma­ra­no M32 con­dot­to da Gre­gor Stimpfl. E dopo il Gor­la, la 64a edi­zione del­la Cen­tomiglia tornerà con le sue varie “ver­sioni” nel week end del 6–7 set­tem­bre.
Uffi­cio PR CVG 2014