Villa Conti Cipolla

Monzambano
Strada Provinciale dei Colli, 60
0376 809730 • 0376 807042

Il ris­torante Vil­la Con­ti Cipol­la rap­p­re­sen­ta uno dei migliori esem­pi di architet­tura lib­er­ty dell’Alto Man­to­vano nel XIX sec­o­lo. Al suo inter­no, la vil­la ideal­mente si com­pone di sce­nari diver­si l’uno dall’altro. Infat­ti il recente restau­ro non si è lim­i­ta­to a portare all’antico splen­dore le mag­ni­fiche sale affres­cate luo­go un tem­po di feste, ma, con pazien­za cer­tosi­na, ha ricre­ato l’atmosfera incan­ta­ta delle magioni di un tem­po. L’ed­i­fi­cio, al suo inter­no, si può dividere in tre zone: la pri­ma si cos­ti­tu­isce di ambi­en­ti un tem­po uti­liz­za­ti per la ges­tione del podere (ben 65.000 mq) annes­so alta villa.Troviamo qui la tav­er­na, in bug­na­to, rica­va­ta dal­la vec­chia can­ti­na, la quale viene uti­liz­za­ta nel quo­tid­i­ano come pic­co­lo ris­toran­ti­no e l’antica dis­pen­sa, oggi sala bar. Inoltre il grande salone delle feste, un tem­po il granaio, è sta­to recen­te­mente amplia­to ed oggi può ospitare cir­ca 230 per­sone. Nos­tro pic­co­lo van­to è infine la veran­da, con le sue carat­ter­is­tiche gran­di vetrate, con capien­za di cir­ca 100 per­sone. Infine il carat­ter­is­ti­co por­ti­ca­to, com­ple­ta­mente restau­ra­to, serve oggi ad ospitare buf­fet all’aperto.La sec­on­da zona era adibi­ta ad abitazione del fat­tore e si tro­va nel­la parte cen­trale del­la vil­la. Essa è oggi uti­liz­za­ta per la cuci­na e come locale di servizio. La terza zona, la più bel­la, infine, è quel­la padronale: l’antica dimo­ra dei con­ti. Essa si com­pone di un ingres­so a vol­ta e di cinque stanze al piano supe­ri­ore, dom­i­nate dal­la grande sala con il camino mar­moreo. Qui l’opera di restau­ro ha recu­per­a­to gli antichi pavi­men­ti, il sof­fit­to a cas­set­toni, ed alcu­ni affres­chi flo­re­al­i­Con questo amore per i par­ti­co­lari e cura dei det­tagli è sta­to sis­tem­ato il par­co, dalle scenografie sug­ges­tive, finche in questo caso, grande rispet­to per il pas­sato e sin­cera coscien­za stor­i­ca. Bel­lis­si­ma, ad esem­pio, la fontana, oppure la roman­ti­ca passeg­gia­ta ver­so il poz­zo, con la grande col­li­na che crea un sug­ges­ti­vo sfon­do. Ma ciò che rende par­ti­co­lare la vil­la è il pae­sag­gio che la cir­con­da. Imm­er­sa nel verde del Var­co del­l’Al­to Min­cio, nel­la splen­di­da cor­nice delle Colline Moreniche man­to­vane, a due pas­si dal (Peschiera e Sirmione) e da Valeg­gio e Borghet­to; il ris­torante Vil­la Con­ti Cipol­la è sito nel sug­ges­ti­vo bor­go di Olfi­no, di orig­i­ni medievali, famoso per la sua mag­nifi­ca pieve roman­i­ca (S.S. Trinità) del XIV sec­o­lo, un tem­po parte del­la prim­i­ge­nia pro­pri­età conventuale.L’atmosfera ospi­tale e ras­si­cu­rante del­la vil­la è nat­u­ral­mente, accom­pa­g­na­ta da una cuci­na raf­fi­na­ta, che val­oriz­za le tradizioni culi­nar­ie di cui va gius­ta­mente famosa Mantova.La cuci­na man­to­vana, tra, le più aris­to­cratiche, per la tradizione del­la corte ducale dei Gon­za­ga, ha ancor oggi un suo par­ti­co­lare gus­to che la dis­tingue dal­la gas­trono­mia lom­bar­da, vene­ta ed emil­iana e che invi­ta col­oro che apprez­zano la gen­uinità dei cibi e l’antica tec­ni­ca di preparazione delle vivande a conoscer­la meglio. La filosofia del ris­torante vuol fare dunque una cuci­na “di prin­cipi e di popo­lo”, atten­ta non solo all’antico fas­to gas­tro­nom­i­co del­la corte gon­za­gh­esca ma anche alle tradizioni dei con­ta­di­ni, i quali, spes­so, furono “poveri di averi, ma ric­chi di pala­to “. Vale la pena ricor­dare, la pas­ta fat­ta in casa ed i risot­ti, il tut­to sposato con vini locali D.O.C. selezionati o quel­li nazion­ali del­la nos­tra cantina.

Altre informazioni