Illustrato il programma del Consorzio Riviera: previsti 255 milioni per segnaletica, fiere e pubblicità. Tariffe autostradali agevolate, il progetto non è tramontato

Sconti ai turisti, perchè no?

27/01/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

La cadu­ta del­la frana sul­la 45 bis tra Limone e Riva, con l’in­ter­ruzione del tran­si­to, ha con­ge­la­to ma non can­cel­la­to la trat­ta­ti­va abboz­za­ta col Gar­da Trenti­no e la spon­da veronese per ottenere scon­ti sulle tar­iffe autostradali, nei giorni feri­ali, per gli stranieri in arri­vo. Un piano per il tur­is­mo di Oltralpe. «Se real­iz­za­to, il prog­et­to pro­dur­rebbe diver­si van­tag­gi — ril­e­va , pres­i­dente del Con­sorzio Riv­iera dei limoni, che com­prende le local­ità e gli oper­a­tori del medio alto lago bres­ciano -. Innanz­i­tut­to un risalto pub­blic­i­tario di grande richi­amo. Quin­di, la pos­si­bil­ità di miglio­rare il flus­so auto­mo­bilis­ti­co sulle prin­ci­pali strade di acces­so, ren­den­dole più snelle, veloci e sicure». «Spes­so — pros­egue Risat­ti — il tur­ista d’oltr’Alpe sceglie altre mete per evitare di intasar­si in code noiose e inter­minabili. Se si rius­cisse a real­iz­zare questo prog­et­to, gli alber­ga­tori e i campeg­gia­tori avreb­bero la pos­si­bil­ità di diver­si­fi­care e scaglionare gli arrivi». In questi giorni è sta­to dif­fu­so il pro­gram­ma 2001 del Con­sorzio «Riv­iera dei limoni», men­tre i comu­ni stan­no votan­do l’ade­sione (adesso è arriva­to l’ok di Toscolano Mader­no). Il pres­i­dente Risat­ti ha illus­tra­to l’at­tiv­ità che intende svol­gere. Pre­vista una spe­sa di 255 mil­ioni. Un’ot­tan­ti­na se ne andran­no parte­ci­pan­do a una venti­na di fiere nelle prin­ci­pali cit­tà europee; 40 mil­ioni per l’imp­ie­ga­ta e la stan­dista; un centi­naio per real­iz­zare un gui­da che dovrà pub­bli­ciz­zare cli­ma, lago, spi­agge, ven­to, natu­ra, ambi­ente, pae­sag­gi, panora­mi, cul­tura, tradizioni, cuci­na, , man­i­fes­tazioni fol­cloris­tiche, sportive, musi­cali. Il resto sarà imp­ie­ga­to per fornire un’adegua­ta seg­nalet­i­ca alle porte di tut­ti i comu­ni e per l’arredo di un uffi­cio a Gargnano (nel­la sede del­la Comu­nità mon­tana). Altre curiosità. La «Riv­iera card», che con­sen­tirà scon­ti sui piroscafi, nei parchi-diver­ti­men­to, acqui­s­tan­do in deter­mi­nati negozi. E poi ripro­porre le crociere not­turne (ma la prossi­ma estate non più di due o tre) sul­la moton­ave «Bren­nero», allo scopo di val­oriz­zare prodot­ti tipi­ci locali. Sostenere man­i­fes­tazioni come Salò­golosa o la Sagra del tartu­fo, coor­di­nan­do altresì le date di svol­gi­men­to. Sti­mo­lare l’ag­gregazione dei cir­coli veli­ci per orga­niz­zare gare di par­ti­co­lare rilie­vo, oltre alla mit­i­ca . Col­lab­o­rare stret­ta­mente col Vit­to­ri­ale, esportan­done mag­a­ri l’im­mag­ine in tut­ta Europa, durante le fiere. Orga­niz­zare un «Edu­ca­tion­al tour», ris­er­va­to a gior­nal­isti, con gite ed escur­sioni nel­l’en­troter­ra. Il Con­sorzio, che intende pro­muo­vere l’im­mag­ine del Gar­da, è appe­na sta­to cos­ti­tu­ito for­mal­mente a Salò nel­lo stu­dio del notaio Gio­van­ni Anto­nio Bonar­di. Soci fonda­tori: gli alber­ga­tori di Limone (rap­p­re­sen­tati da Gian­fran­co Mon­tag­no­li), di Tig­nale (Lau­ra Barez­zani), Gargnano (Andrea Aro­sio), Toscolano Mader­no (Mar­cel­lo Beschi), Salò-Gar­done Riv­iera (Ser­gio Bas­set­ti e Ori­et­ta Pap­i­ni Miz­zaro), la Pro Loco di Tremo­sine (Calu­dio Giun­tel­li Arrigh­i­ni) e un grup­po di sim­pa­tiz­zan­ti (Fer­ruc­cio Bet­tani­ni, Fabio Cauzzi, Fab­rizio Bon­tem­pi, Mar­cel­lo Fes­ta, Costante Rossi, Franceschi­no Risat­ti). Cias­cuno ha ver­sato 100 mila lire. La quo­ta di parte­ci­pazione richi­es­ta ai comu­ni che inten­dono aderire è di cen­to mil­ioni, da sud­di­videre così: il 17,625% (a tes­ta) Salò, Gar­done Riv­iera, Toscolano Mader­no e Limone; il 9,5% Gargnano, Tig­nale e Tremo­sine; lo 0,50% Mag­a­sa e Valvestino.