A Salò e Gardone Riviera effetti concreti per gli accordi tra Comuni e sindacati dei pensionati. Gli anziani i principali beneficiari. Possibili anche sgravi sull’Ici

Sconti e rimborsi su ticket e tasse

06/03/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

I sin­da­cati dei pen­sion­ati han­no fir­ma­to con i Comu­ni di Salò e Gar­done Riv­iera l’accordo che sta­bilisce una serie di inter­ven­ti a favore dei più deboli, in par­ti­co­lare gli anziani.«Per quan­to riguar­da Salò — dice Mario Oliari, del­la Cisl, a nome anche di Cgil e Uil -, le novità mag­giori del 2007 sono le seguen­ti. Il dirit­to al rim­bor­so dei tick­et san­i­tari è ris­er­va­to ai cit­ta­di­ni di almeno 60 anni, che abbiano un indi­ca­tore del­la situ­azione eco­nom­i­ca (Isee) non supe­ri­ore a 10mila eurose vivono da soli. Tale liv­el­lo è sta­to ele­va­to, essendo in prece­den­za di 9.500 euro. Per i nuclei com­posti da due per­sone diven­ta 15.700, per quel­li da tre 20.400, eccetera. Per chi ha un’età infe­ri­ore ai 60, l’assessorato ai , guida­to da Gabriele Cominot­ti, pren­derà in con­sid­er­azione sia l’Isee che il reale bisog­no. Il con­trib­u­to di almeno 200 euro euro una tan­tum alle famiglie potrà essere richiesto non solo per il riscal­da­men­to, ma anche per far fronte alle varie uten­ze domes­tiche. In tema di case, abbi­amo sol­lecita­to la costruzione di un con­gruo numero di mini allog­gi pro­tet­ti per anziani e a perequare le ren­dite Ici».In mate­ria di tas­sa sui rifiu­ti, con­fer­ma­to l’abbattimento di un ter­zo per le per­sone sin­gole, e l’esclusione totale, invece, per tut­ti i nuclei famil­iari con red­di­to infe­ri­ore al min­i­mo vitale.A Gar­done Riv­iera la respon­s­abile dei servizi sociali, Lau­ra Vol­pa­to, ha notevol­mente poten­zi­a­to il trasporto assis­ti­ti per dial­isi, vis­ite mediche, con­sulen­ze spe­cial­is­tiche, svolto dai volon­tari «Angeli del soc­cor­so» di Toscolano Mader­no e da «Salò sol­i­dale». In un anno si è pas­sati da 6mila e 18.500 chilometri per­cor­si. Cos­to sostenu­to: 87mila euro, con un recu­pero di 29mila. L’ufficio di infor­mazione e seg­re­tari­a­to dà risposte ai cit­ta­di­ni in dif­fi­coltà, garan­ten­do aiu­to attra­ver­so la com­pi­lazione di doc­u­men­ti e il col­lega­men­to con altri enti (Inps, Asl, ospedali, case di riposo).Per l’Ici l’amministrazione sta pen­san­do di aumentare la detrazione da appli­care sull’abitazione prin­ci­pale, che è di 103,29 euro. Tas­sa per la rac­col­ta e lo smal­ti­men­to dei rifiu­ti: essendo pre­vis­to un incre­men­to del 10% delle tar­iffe e una rimod­u­lazione che ten­ga con­to sia del­la super­fi­cie degli appar­ta­men­ti che del numero degli occu­pan­ti, si sta val­u­tan­do l’ipotesi di isti­tuire un con­trib­u­to nei casi di forte aumento.

Parole chiave: