In Consiglio l’opposizione critica la sistemazione dell’area. Una messa ricorderà le migliaia di vittime di New York

Scontro sul parco delle Piscine

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Lunedì sera il Con­siglio comu­nale di Desen­zano si è aper­to ricor­dan­do la figu­ra di Fil­ip­po Predaroli, il 31enne diri­gente azien­dale che ha per­so la vita nel­la trage­dia aerea di Linate, dove sono morte alte 118 per­sone. Dopo aver osser­va­to un min­u­to di silen­zio, è sta­ta affronta­ta un’in­ter­rogazione urgente dei rap­p­re­sen­tan­ti del­l’op­po­sizione Alber­to Abba­di­ni, Fioren­zo Pien­az­za e Rodol­fo Bertoni. I con­siglieri han­no chiesto per quali ragioni non siano state osser­vate alcune pro­ce­dure pre­viste nel prog­et­to per la real­iz­zazione del famoso Par­co delle Piscine. In par­ti­co­lare, i tre con­siglieri han­no ril­e­va­to che i per­cor­si all’in­ter­no del par­co non sono sta­ti real­iz­za­ti con gli auto­bloc­can­ti, un par­ti­co­lare tipo di cop­er­tu­ra uti­liz­za­ta per le pavi­men­tazioni. Al pos­to di questi mate­ri­ali, sec­on­do l’interrogazione dell’opposizione, è sta­to real­iz­za­to «un per­cor­so in cemen­to col­or rossas­tro che crea un notev­ole impat­to visi­vo e detur­pa la bellez­za del pae­sag­gio». Infine, sareb­bero sta­ti asportati parec­chi alberi e arbusti sit­uati attorno allo stag­no. L’asses­sore Tom­ma­so Gia­rdi­no, chiam­a­to in causa, si è ris­er­va­to di dare una rispos­ta scrit­ta ma ha già antic­i­pa­to che la scelta fat­ta dal­la giun­ta resterà tale, «anche per­chè il mate­ri­ale imp­ie­ga­to ha un cos­to di manuten­zione decisa­mente infe­ri­ore a quel­lo auto­bloc­cante». Un altro scon­tro si è reg­is­tra­to sul­la ces­sione del­l’area (cir­ca 500 mq), ad uso del­la scuo­la media «Cat­ul­lo». Una ces­sione final­iz­za­ta alla costruzione di un altro plesso del­l’is­ti­tu­to alberghiero «Cate­ri­na de’ Medici». Il sin­da­co e l’asses­sore Gius­tac­chi­ni han­no rispos­to all’in­ter­rogazione delle mino­ranze soste­nen­do che la man­ca­ta pre­sen­tazione del prog­et­to di ampli­a­men­to del­l’Al­berghiero, avrebbe com­por­ta­to la perdi­ta dei finanzi­a­men­ti dal­la Provin­cia. Ma la sedu­ta di lunedì ha vis­su­to altri spun­ti di sol­i­da­ri­età su cui mag­gio­ran­za e mino­ran­za si sono trovate per­fet­ta­mente d’accordo. Anz­i­tut­to, è sta­ta accol­ta la richi­es­ta del con­sigliere leghista Pol­loni che ha avan­za­to la pro­pos­ta di cel­e­brare una mes­sa in suf­fra­gio delle migli­a­ia di mor­ti causate dal ter­ri­bile attac­co ter­ror­is­ti­co con­tro le Tor­ri di New York, avvenu­to lo scor­so 11 set­tem­bre. La fun­zione ver­rà cel­e­bra­ta il 2 novem­bre. E’ sta­ta accol­ta anche la pro­pos­ta di Pien­az­za che ha chiesto a tut­ti i con­siglieri di donare un get­tone di pre­sen­za in con­siglio alle famiglie col­pite da ques­ta tragedia.