Agente di Desenzano smaschera una BMW 730 con telaio contraffatto e collabora con la polizia spagnola per rivelare un documento rubato

Sempre più efficace il controllo sui veicoli con targa straniera a Desenzano del Garda

Di Redazione

La sicurezza delle nostre città passa anche attraverso il controllo dei tanti veicoli con targa straniera che vediamo sempre più di frequente circolare sulle nostre strade.

A questa esigenza la Polizia Locale di Desenzano risponde con professionalità e approfondite conoscenze tecniche: uno degli Agenti Scelti ha infatti sviluppato competenze probabilmente uniche in Lombardia, che hanno permesso a lui e ai colleghi di sequestrare, nei primi otto mesi del 2017, ben undici veicoli con targa straniera per violazioni alle norme doganali.

Si tratta di veicoli di pregio come BMW, Range Rover, Audi, Porsche, Mercedes, e Volkswagen, il cui valore supera complessivamente i 200.000 euro. Nove invece i documenti falsi o contraffati sequestrati durante i controlli, che hanno portato alla denuncia di altrettante persone all’Autorità Giudiziaria. Un cittadino lituano è stato denunciato perché fermato alla guida di una BMW 730d di recente produzione (valore del nuovo  90.000 euro ca.) a cui era stato contraffatto il telaio: grazie alle indagini si è scoperto che la vettura era stata rubata in Germania qualche mese prima.

Un Agente Scelto desenzanese ha inoltre prestato supporto ai colleghi della Polizia estera per il recupero di veicoli sottratti illecitamente in Italia, ritrovati all’estero e così riconsegnati ai legittimi proprietari.

Nel corso del 2017 ha collaborato con i Carabinieri nello smantellamento di un sodalizio criminale dedito a furti e riciclaggio di veicoli in due regioni italiane ed ha prestato supporto alla Polizia nel recupero ed identificazione di decine di veicoli (BMW, Mercedes, Mini, Audi, Fiat 500 e Abarth, Range Rover Sport ed Evoque, Renault, Nissan, Peugeot, Citroen, Ford, Jeep, Porsche, Skoda, Toyota, Smart, Volkswagen) ai quali erano stati alterati i dati identificativi e che, conclusi gli accertamenti di rito, sono risultati essere rubati. Spesso i veicoli erano già stati smontati per recuperare i pezzi immessi sul mercato.

Dei giorni scorsi è l’ultima brillante indagine cui l’Agente ha partecipato. Dopo il recente attentato terroristico di Barcellona, le forze di Polizia spagnole hanno rafforzato i controlli su tutto il territorio. Durante tali controlli gli Agenti della Polizia Locale di Marbella hanno arrestato un cittadino albanese in possesso di documenti italiani falsi; ebbene, a portare alla luce la contraffazione del documento ha contribuito proprio il nostro Agente desenzanese, con il supporto di un collega di Bari specializzato in falsi documentali. I due Agenti hanno dimostrato che la Carta d’Identità mostrata in Spagna risultava rubata in Italia nel 2014, rendendo possibile l’immediato arresto del soggetto e il sequestro del documento falso.

«Dobbiamo essere orgogliosi di avere queste professionalità – dichiara il Sindaco Guido Malinverno –  che Desenzano mette volentieri a servizio delle forze dell’ordine italiane e non solo».

[cs-agente_desenzano.docx

Commenti

commenti