Problemi al quartiere Irta e Stazione per la distribuzione della corrispondenza

Senza posta da un meseora cresce la protesta

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Ci risi­amo. In estate la dis­tribuzione postale a Desen­zano spes­so perde colpi, penal­iz­zan­do aziende e pri­vati. Una pri­ma avvis­aglia si era avu­ta qualche tem­po fa. Ora, invece, da un mese, come riferiscono alcu­ni abi­tan­ti del quartiere Irta-Stazione fs, il posti­no non suona più nem­meno una vol­ta con gravi ed immag­in­abili riper­cus­sioni per gli utenti.Tuttavia i dis­a­gi stan­no per ces­sare stan­do alle dichiarazioni di Mara Pola­to, respon­s­abile del cen­tro di smis­ta­men­to dell’ufficio di Riv­oltel­la: «Lunedì, pren­der­an­no servizio quat­tro nuovi por­talet­tere in sos­ti­tuzione di altret­tan­ti loro col­leghi assun­ti con con­trat­to a tem­po deter­mi­na­to. La situ­azione tornerà alla sua nor­mal­ità entro breve tem­po». Basterà a tran­quil­liz­zare la gente? Alcu­ni desen­zane­si han­no anche comu­ni­ca­to di aver dato vita ad una rac­col­ta di firme per protestare con­tro «la per­sis­tente e grave caren­za nel­la dis­tribuzione del­la cor­rispon­den­za» minac­cian­do di trasmet­tere un espos­to ai per una pre­sun­ta «inter­ruzione di pub­bli­co servizio» che, in effet­ti, c’è stata.Da più di un mese, si dice­va, non si vede nem­meno l’ombra di un por­talet­tere e un com­mer­ciante impre­ca­va per pau­ra di perdere fat­ture ed altri doc­u­men­ti fis­cali lun­go la stra­da. Un’analoga vicen­da era avvenu­ta tre anni fa. L’allora sin­da­co Fioren­zo Pien­az­za con­tat­tò diret­ta­mente la direzione provin­ciale delle Poste, otte­nen­do, a prez­zo di lunghe ed esten­u­an­ti trat­ta­tive, che la situ­azione ritor­nasse alla nor­mal­ità nell’ufficio postale di Riv­oltel­la. Anche allo­ra, la causa preva­lente venne ricer­ca­ta nel­la caren­za di personale.«Stavolta — sot­to­lin­ea Mara Pola­to — ci tro­vi­amo davan­ti ad una serie di intop­pi presto spie­ga­bili. Il pri­mo riguar­da il ritar­do, per ragioni buro­cratiche, nell’assunzione del per­son­ale che sos­ti­tu­isce quel­lo a cui era scadu­to il con­trat­to, la pos­ta da recap­itare si è via via ammas­sa­ta: ma con­fi­do che nel giro di una deci­na di giorni la dis­tribuzione torni a regime.«Poi – riprende la respon­s­abile – la sede di Riv­oltel­la è sta­ta indi­vid­u­a­ta quale cen­tro di smis­ta­men­to del­la cor­rispon­den­za per un vas­to baci­no, che com­prende fra gli altri Desen­zano, Sirmione, la stes­sa Riv­oltel­la, poi Padenghe e buona parte dela Valte­n­e­si: una vol­ta, invece, il tut­to veni­va dis­tribuito dal cen­tro di via Dal­mazia. In una sim­i­le trasfor­mazione ci può stare, purtrop­po, qualche intoppo».

Parole chiave: