Il consiglio comunale ha approvato lunedì il progetto preliminare dell'ingegner Tavernini

Sì alla nuova strada tra Grez e S. Nazzaro

02/10/2002 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Riva del Garda

Il con­siglio comu­nale, riu­ni­tosi lunedì sera, ha approva­to il prog­et­to pre­lim­inare del­l’ingeg­n­er Sil­vano Tav­erni­ni per la real­iz­zazione del col­lega­men­to stradale tra via Grez e viale Tren­to. Un pas­so, questo, che risponde all’im­peg­no assun­to dal­la giun­ta impeg­na­ta (in occa­sione del­l’ul­ti­ma vari­ante al piano delle opere pub­bliche) a sot­to­porre a dis­cus­sione tut­ti i prog­et­ti comu­nali di impor­to supe­ri­ore ai 500 mila euro. La stra­da, che costerà un mil­ione e 50 mila euro (espro­pri com­pre­si), par­tirà da via Grez, pro­prio di rimpet­to a via Zan­don­ai, e “uscirà” su viale Tren­to a nord del Lib­er­ty Cen­ter, alleg­geren­do il quartiere di Rione De Gasperi da tut­to quel traf­fi­co che attual­mente, dopo aver risal­i­to via Zan­don­ai e diret­to ver­so Varone o la Val di Ledro, tran­si­ta su via Zara e via Tri­este. Oltre a questo, la nuo­va arte­ria sarà indis­pens­abile per la nuo­va sede delle Asso­ci­azioni Agrarie — pre­vista accan­to al Lib­er­ty Cen­ter — evi­tan­do che i mezzi agri­coli tran­siti­no sul già ingolfa­to viale Trento.