Si avvia alla conclusione il “percorso giallo” del concorso “Sfida l’Energia!”

Di Luigi Del Pozzo

In questi giorni la fase con­clu­si­va del per­cor­so gial­lo “Il lab­o­ra­to­rio del riu­so” nell’ambito del prog­et­to “Sfi­da l’Energia!” che ha coin­volto cir­ca 120 ragazzi delle scuole pri­marie e sec­on­darie di Valeg­gio sul Mincio,Fumane e Cavri­ana per l’anno sco­las­ti­co 2013/2014.

Il prog­et­to, alla sua sec­on­da edi­zione, ave­va l’obiettivo di sen­si­bi­liz­zare il mon­do sco­las­ti­co alle tem­atiche del­lo svilup­po sosteni­bile, dell’energia e del riu­so, attra­ver­so lo stru­men­to del­la sfi­da tra le scuole ader­en­ti. Seguen­do lo slo­gan “Se hai una tremen­da voglia di vivere, ama te stes­so e l’ambiente” la  ha pro­pos­to la cura del­la natu­ra, dell’ambiente e del­la per­sona come azione di pre­ven­zione al dis­a­gio gio­vanile. In par­ti­co­lare il per­cor­so gial­lo era ind­i­riz­za­to alla pro­mozione di una cre­ativ­ità a cos­to zero sti­molan­do il pro­tag­o­nis­mo pos­i­ti­vo e la sana com­pe­tizione tra i ragazzi.

Durante le ore sco­las­tiche e non, gli stu­den­ti e le rel­a­tive famiglie, han­no real­iz­za­to creazioni sul tema “tremen­da voglia di vivere”, a par­tire da mate­ri­ali e ogget­ti rici­clati. Nel­la real­iz­zazione sono sta­ti assis­ti­ti da un tutor d’eccezione, Krisha Baduge, gio­vane artista di Krisi­cre­ati­va. Le opere real­iz­zate dalle 6 clas­si parte­ci­pan­ti (I A pri­maria, Valeg­gio- II C sec­on­daria, Fumane — I A, I B, II A, II B pri­maria, Cavri­ana) sono dal 19 aprile al 4 mag­gio esposte al salone Moe’s di Cavri­ana dove sarà pos­si­bile recar­si per votare l’opera più bel­la, più inter­es­sante o più..sorprendente !

Il MOE’S è aper­to tutte le mat­tine (eccet­to il mart­edì) dalle 10 alle 13 e tut­to il giorno durante gli even­ti spe­ciali (20, 21, 25, 27 aprile). A tutte le clas­si parte­ci­pan­ti la Fon­dazione offrirà nel mese di mag­gio un lab­o­ra­to­rio di teatro sci­en­tifi­co real­iz­za­to da Rein­ven­tore srl e per l’opera più vota­ta un pre­mio a sor­pre­sa.