Polemica per l’effetto deturpante dell’intervento. Bendinelli: «Sarà meglio di prima»

Si scava sotto la Roccama è tutto in regola

08/11/2007 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

I lavori di demolizione, e poi ricostruzione, che alz­er­an­no un po’ il liv­el­lo del­la vil­la ai pie­di del­la Roc­ca han­no tenu­to ban­co nell’ultimo con­siglio comu­nale. La mino­ran­za ha protes­ta­to per «l’enorme sban­ca­men­to che si sta real­iz­zan­do sot­to gli occhi di tut­ti», lun­go la Garde­sana. Il pro­gram­ma inte­gra­to di riqual­i­fi­cazione urban­is­ti­ca edilizia e ambi­en­tale, (Piru) dell’area pri­va­ta all’ingresso di Gar­da prove­nen­do da Bar­dolino, prevede anche la mon­e­tiz­zazione di 188 metri qua­drati di area altri­men­ti des­ti­na­ta a parcheg­gio e verde pubblico.La cosa ha trova­to il con­sen­so dell’opposizione, che però ha con­tes­ta­to la scelta di non mon­e­tiz­zare l’intera area. Il sin­da­co Davide Bendinel­li ha spie­ga­to: «In quel pun­to, con l’uscita sul­la Garde­sana, era­no pre­visti alcu­ni posti auto e verde, che se real­iz­za­ti davvero avreb­bero cre­ato enorme peri­co­lo e in caso di inci­dente ci avreb­bero mes­so in causa. Abbi­amo chiesto quin­di al pri­va­to di mon­e­tiz­zare l’area parcheg­gi ma la Regione, al momen­to dell’approvazione del Piru, ha richiesto dei para­metri min­i­mi, così abbi­amo dovu­to las­cia­re 80 metri a parcheg­gio e 56 a verde. Lo spazio così si ridur­rà a 3–4 posti auto con, più lo spazio manovre».Beniamino Zer­mi­ni, con­sigliere d’opposizione, ha repli­ca­to: «È una delib­era zop­pa: che sen­so ha mon­e­tiz­zare solo una parte, vis­to il grande peri­co­lo. I parcheg­gi ci saran­no lo stes­so, anche se meno, e per di più rimar­ran­no all’interno dell’area pri­va­ta, non saran­no neanche pub­bli­ci». Zer­mi­ni ha inoltre pun­ta­to l’indice con­tro lo sban­ca­men­to dell’area: «Ho vis­to un enorme sban­ca­men­to, che non è cer­to attribuibile a pulizia del bosco e del gia­rdi­no. Ricor­do che quel­la è area Sic, par­co del­la Roc­ca. La con­ven­zione con il pri­va­to prevede che il Comune vig­ili, chiedo quin­di che si ver­i­fichi l’andamento dei lavori».La polem­i­ca è cir­co­la­ta anche tra la gente di Gar­da e non solo, chi pas­sa davan­ti al cantiere o guar­da dal gol­fo di Gar­da, si chiede quale sia la reale por­ta­ta dei lavori ai pie­di del­la Roc­ca, sogget­ta a fragilità idro­ge­o­log­i­ca. Bendinel­li ha rispos­to: «Qui c’è poco di spec­u­la­ti­vo e detur­pante: l’impatto visi­vo non cam­bierà, l’edificio anzi avrà una fac­cia­ta migliore e ver­rà amplia­to di una sola stan­za sul retro. L’intervento è nel rispet­to dei prog­et­ti e i nos­tri tec­ni­ci han­no ese­gui­to sor­pal­lu­oghi trovan­do tut­to in rego­la». Quan­to ai parcheg­gi, «noi vol­e­va­mo mon­e­tiz­zare tut­ta l’area, ma purtrop­po la Regione ci ha impos­to 136 metri di stan­dard urban­is­ti­ci e non è sta­to possibile».

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti