Il lago cala ogni giorno: oggi è a + 39

Siccità gardesana

Di Luca Delpozzo

Non piove e il lago con­tin­ua a scen­dere al rit­mo di un cen­timetro al giorno, il che sig­nifi­ca che ven­gono prel­e­vati 400 mil­ioni di metri cubi di acqua nel­l’ar­co delle 24 ore. Nel­la mat­ti­na­ta di ieri il liv­el­lo era a 39 cen­timetri sopra lo zero di Peschiera. Il con­sorzio agri­co­lo che «beve» acqua del Gar­da prel­e­van­dola da Peschiera, con­tin­ua ad autolim­itare i pre­lievi, anche se ha aumen­ta­to la quan­tità d’ac­qua in usci­ta: 68,5 metri cubi al sec­on­do con­tro gli 88 che gli spet­tereb­bero per legge. Le colti­vazioni di riso, affer­ma Vin­cen­zo Ces­chi­ni che segue quo­tid­i­ana­mente per con­to del­la l’e­volver­si del­la situ­azione, avran­no bisog­no d’un notev­ole quan­ti­ta­ti­vo di acqua ai pri­mi del prossi­mo agos­to; anche le barba­bi­etole, nel veronese e nel­la bas­sa man­to­vana, han­no sete, non sono più grosse delle patate e com­in­ciano a pre­sentare cor­ruga­men­ti come se avvizzis­ero. Per quel che riguar­da la , fino a 30 cen­timetri non ci sono prob­le­mi nem­meno per gli alis­cafi che fra i mezzi del­la sono quel­li che pes­cano di più. La nor­ma­ti­va in vig­ore prevede che il Gar­da non pos­sa scen­dere al di sot­to dei 15 cen­timetri sul­lo zero: ma con l’ec­cezionale sic­c­ità di ques­ta estate gli attac­chi al lim­ite sem­bra­no des­tin ati a ripetersi.