Un protocollo finalizzato al sostegno di interventi di valorizzazione e sviluppo delle attività della Fondazione.

Siglato a Palazzo Broletto il Protocollo d’Intesa tra la Provincia, il Comune di Lonato del Garda e la Fondazione Ugo da Como

Di Redazione

La Provin­cia di Bres­cia – han­no dichiara­to il Pres­i­dente Samuele Alghisi e il Vice Pres­i­dente Gui­do Galper­ti – ha tra le pro­prie final­ità statu­tarie la sal­va­guardia e la val­oriz­zazione delle diverse risorse tur­is­ti­co-cul­tur­ali, stori­co-artis­tiche e ambi­en­tali del nos­tro ter­ri­to­rio. La Provin­cia, riconoscen­do il val­ore e il pres­ti­gio stori­co e cul­tur­ale del­la Fon­dazione, nonché la pos­i­ti­va inci­den­za del­la stes­sa sul con­testo socioe­co­nom­i­co del ter­ri­to­rio, si impeg­na a sostenere i prog­et­ti del­la Fon­dazione attra­ver­so un con­trib­u­to ann­uo di 20 mila euro per dieci anni”.

Durante l’incontro a Palaz­zo Bro­let­to, il sin­da­co di Lona­to del Gar­da, , ha sot­to­lin­eato che il com­p­lesso mon­u­men­tale, che carat­ter­iz­za il cen­tro stori­co di Lona­to del Gar­da e ne dis­eg­na il pro­fi­lo, com­prende la Roc­ca vis­con­tea vene­ta, mon­u­men­to nazionale dal 1912 in cui è ospi­ta­to anche il Civi­co Orni­to­logi­co “Gus­ta­vo Adol­fo Car­lot­to”, il Par­co e la mag­nifi­ca Casa del Podestà con la stor­i­ca. “Con questo Pro­to­col­lo d’intesa – siglato gra­zie alla fat­ti­va col­lab­o­razione del Pres­i­dente Samuele Alghisi e del Vice Pres­i­dente Sen. Gui­do Galper­ti, ha con­clu­so Tar­dani – è sta­to riconosci­u­to il val­ore e il pres­ti­gio stori­co e cul­tur­ale del­la Fon­dazione,  sen­za alcun dub­bio il più impor­tante e sig­ni­fica­ti­vo polo cul­tur­ale e di attrazione tur­is­ti­ca del comune di Lona­to, con un rilie­vo non solo locale, nonché la sua pos­i­ti­va inci­den­za nel con­testo tur­is­ti­co del ter­ri­to­rio di tut­to il Gar­da e del­la provin­cia di Bres­cia”.

La Fon­dazione, isti­tui­ta nel 1942 a segui­to delle volon­tà tes­ta­men­tarie del Sen­a­tore Ugo Da Como – ha spie­ga­to il Pres­i­dente del­la Fon­dazione Anto­nio Por­teri — è un ente di dirit­to pri­va­to che persegue final­ità di pub­bli­co inter­esse. L’attività dell’ente si riv­olge infat­ti alle sco­laresche, al pub­bli­co dei vis­i­ta­tori ital­iani e stranieri, agli stu­diosi e a tut­ti col­oro che sono attrat­ti e inter­es­sati a entrare in con­tat­to con un vero e pro­prio gioiel­lo cul­tur­ale del­la nos­tra provin­cia”.

Por­teri sot­to­lin­ea poi come l’emergenza Covid abbia pesan­te­mente con­dizion­a­to l’attività del­la Fon­dazione che “comunque non ha rin­un­ci­a­to a prog­ettare il miglio­ra­men­to dei pro­pri servizi attra­ver­so inter­ven­ti di val­oriz­zazione del­la Roc­ca, del Par­co che la cir­con­da e del­la Casa del Cap­i­tano. “Il sup­por­to che ci viene dall’Amministrazione provin­ciale – ha con­clu­so Por­teri — gra­zie alla sen­si­bil­ità del Pres­i­dente Samuele Alghisi e del Vice Pres­i­dente Sen. Gui­do Galper­ti, uni­ta­mente a quel­la del Comune di Lona­to, con il Sin­da­co Rober­to Tar­dani, è seg­no di vic­i­nan­za e sti­mo­lo per una col­lab­o­razione sem­pre più effi­cace, che inten­di­amo svol­gere a ben­efi­cio dell’intera comu­nità”.