Cerimonia a Palazzo Gelmetti con il borgomastro di Rednitzhembach

Siglato il gemellaggio con i bavaresi

12/06/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Stefano Joppi

E’ sta­to siglato uffi­cial­mente tra il sin­da­co Arman­do Fer­rari e Jur­gen Spahl, pri­mo cit­tadi­no di Red­nitzhem­bach, il tra il cen­tro lacus­tre e il paese del­la Baviera. Nel cor­so di una sem­plice ma sig­ni­fica­ti­va cer­i­mo­nia nel­la sala di rap­p­re­sen­tan­za di Palaz­zo Gel­met­ti sono state apposte le firme sui doc­u­men­ti che san­cis­cono il con­nu­bio tra i due pae­si. Nei mesi prece­den­ti una del­egazione di ammin­is­tra­tori bar­do­line­si ave­va vis­i­ta­to Red­nitzhem­bach, Comune di cir­ca 6mila abi­tan­ti alla per­ife­ria di Norim­ber­ga, cam­mi­nan­do tra l’al­tro nel­l’im­men­so par­co con annes­so un inter­es­sante per­cor­so cul­tur­ale di cinque chilometri. A far da cicerone il 44enne burgmeis­ter Jur­gen Spahl a sua vol­ta giun­to, con ampio segui­to, in visi­ta a . «A spin­gere e sostenere questo gemel­lag­gio è sta­ta anche l’Am­min­is­trazione provin­ciale di Roth, di cui fa parte la stes­sa comu­nità di Red­nitzhem­bach», tiene a pre­cis­are l’asses­sore al tur­is­mo Ste­fano Tagli­a­fer­ri, recatosi in Baviera assieme ai col­leghi Pier­gior­gio Quar­ti e Aris­tide Avanzi­ni. Par­ti­co­lar­mente sod­dis­fat­to del­l’ac­cor­do il sin­da­co Arman­do Fer­rari. «A pochi giorni dal­la fine del mio manda­to, dopo 14 anni come pri­mo cit­tadi­no, final­mente esaud­is­co il sog­no di un gemel­lag­gio con un paese tedesco. Ringrazio anche a nome del col­le­ga di Red­nitzhem­bach l’am­i­co Dami­ano Cal­abrese che molto si è adop­er­a­to per­ché l’ac­cor­do giungesse a buon fine. Ques­ta unione mi auguro favorisca impor­tan­ti intese dirette a sti­mo­lare lo svilup­po eco­nom­i­co, sociale, cul­tur­ale e in par­ti­co­lare tur­is­ti­co data la vocazione del nos­tro Comune». Gesti e atti di sti­ma con­trac­cam­biati da Spahl che ha ricorda­to come anche per il suo cen­tro si trat­ta in asso­lu­to del pri­mo gemellaggio.

Parole chiave: