Ora c’è un volume per scoprire qualità e segreti di questo vino

Simposio e premiazioni di ditte a Calmasino

03/10/2000 in Avvenimenti
Parole chiave: - -
Di Luca Delpozzo
Alvaro Joppi

Qual­ità e tipic­ità, salute e cul­tura cos­ti­tu­is­cono nell’insieme le ques­tioni affrontate in occa­sione del sim­po­sio «Qual­ità del , qual­ità del ». A Cal­masi­no nel­la sede del Grup­po ital­iano vini è sta­to pre­sen­ta­to il vol­ume che appun­to rac­coglie gli atti del con­veg­no. E’ sta­to com­pi­to di Bonuzzi, dopo i salu­ti del sin­da­co Arman­do Fer­rari, del pres­i­dente dell’Associazione Poliedro Adeli­no Avanzi­ni, del pres­i­dente del Con­sorzio tutela Giuseppe degli Alber­ti­ni e di Nar­ciso Fag­gian del­la Giv, illus­trare sin­teti­ca­mente il con­tenu­to del vol­ume real­iz­za­to con il con­trib­u­to del­la Ban­ca Popo­lare di Verona. Par­tendo dal vino come bevan­da par­ti­co­lare intrisa di cul­tura, sim­bo­lo cen­trale del­la cul­tura occi­den­tale, e col­lante del­la dieta mediter­ranea, il rela­tore si è poi sof­fer­ma­to sul­la relazione por­tante di Ful­vio Mat­tivi del cen­tro sper­i­men­tale dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige pio­niere nelle ricerche sul resver­a­tro­lo sostan­za nat­u­rale pre­sente nei vini rossi, e di cui il Bar­dolino ne possiede val­ori «com­p­lessi­va­mente ele­vati». Nell’excursus Bonuzzi ha cita­to il con­trib­u­to di Anto­nio Peretti dell’Accademia di Agri­coltura Scien­ze e Let­tere di Verona sul­la qual­ità igien­i­ca del Bar­dolino «pro­fon­da­mente miglio­ra­ta negli ulti­mi anni»; di Ottavio Bosel­lo, ordi­nario di Geri­a­tria e Geron­tolo­gia dell’ di Verona che ricor­da come il vino assun­to con mod­er­azione può avere un pos­i­ti­vo effet­to sul­la salute e di Mario Laz­zarin pri­mario medico dell’ospedale di Capri­no con ogget­to la salute dell’uomo. Per sof­fer­mar­si, infine, sul sag­gio di Gia­co­mo Di Mar­co psichi­a­tra dell’ospedale di Rovere­to con a fuo­co «le ances­trali valen­ze sim­boliche del vino»; di Ric­car­do De Gob­bi diret­tore dell’Ispettorato regionale dell’Agricoltura e Gio­van­ni D’Agostini psichi­a­tra dell’Ospedale di Capri­no. Vol­ume poi imprezios­i­to dalle raf­fi­nate fig­ure di Clau­dio Rizzi. La ser­a­ta è sta­ta anche l’occasione per la con­seg­na dei diplo­mi di medaglia d’oro ai vinci­tori del 10.mo con­cor­so Spuman­ti doc verone­si. Gio­van­ni D’Agostini nel suo inter­ven­to ha invece lan­ci­a­to il mes­sag­gio, recepi­to dal pres­i­dente del Con­sorzio tutela, di rivedere il modo di com­mer­cia­re il Bar­dolino in inter­net attra­ver­so un mar­chio o mes­sag­gio uni­co. Queste le ditte pre­mi­ate: Spumante di Soave: Az. Agr. Agosti­no Vicen­ti­ni Colog­no­la ai Col­li (Char­mat), Can­ti­na Sociale di Mon­te­forte d’Alpone (Char­mat). Spumante Bian­co di Cus­toza: Can­ti­na Lam­ber­ti Giv Pas­tren­go (Char­mat), Az. Agr. Aldo Ada­mi Cus­toza (Char­mat), Az. Agr. Tam­buri­no Sar­do di Adri­ano Fasoli (Char­mat) Spumante Lugana: Az. Vini­co­la Zena­to S. Benedet­to di Lugana (Char­mat), Az. Agr. Ottel­la S. Benedet­to di Lugana (Char­mat), Az. Agr. Rebay & Rebay Peschiera (Char­mat) Spumante Soave Doc: Az. Agr. Mon­te­ton­do Soave (Char­mat) Spumante Bar­dolino Doc: Vini­co­la Monte Saline Cavaion (meto­do tradizionale), Az. Agr. Costa­doro di Valenti­no Lonar­di Bar­dolino (Char­mat) Spumante Lessi­ni Durel­lo Doc: Az. Agr. Fon­garo Ron­cà (meto­do tradizionale).

Parole chiave: - -