I primi cittadini della Riviera e l’assessore Moretti degli Adimari uniti per avere tra breve un commissariato permanente a Lazise Domani vertice con il Prefetto

Sindaci e Provincia insistono per una sede di Polizia sul lag

Di Luca Delpozzo
Gerardo Musuraca

Nasce una «task-force» per cer­care di far isti­tuire un com­mis­sari­a­to di Polizia per­ma­nente sulle sponde del . «Bisogna asso­lu­ta­mente fare pres­sione su tut­ti gli organi isti­tuzion­ali per rius­cire ad avere un com­mis­sari­a­to di Polizia sul lago di Gar­da». A ripeter­lo è l’assessore provin­ciale alla pub­bli­ca sicurez­za Adi­maro Moret­ti degli Adi­mari, all’indomani di un ver­tice con i sin­daci lacus­tri in Provin­cia. L’iniziativa però, ed è ques­ta una delle grosse novità, è sta­ta forte­mente volu­ta e richi­es­ta sta­vol­ta dal par­la­mentare veronese Alber­to Gior­get­ti che, pro­prio in accor­do con l’assessore provin­ciale, ha rac­colto l’accorato appel­lo lan­ci­a­to recen­te­mente dal sin­da­co di Tor­ri Alber­to Vedovel­li sul gior­nale L’Arena. Pro­prio Vedovel­li, sul finire dell’inverno, si era reso pro­mo­tore, a nome degli altri sin­daci lacus­tri, del­la richi­es­ta d’istituzione del com­mis­sari­a­to di pub­bli­ca sicurez­za, ed ave­va poi recen­te­mente reit­er­a­to la richi­es­ta vis­to che, nonos­tante la buona volon­tà, le riu­nioni avvenute e l’accordo di tutte le par­ti in causa, nul­la di con­cre­to era anco­ra accadu­to. «Non pos­si­amo sper­are», ave­va det­to Vedovel­li , che il que­store o il prefet­to, da soli, pos­sano ottenere il placet min­is­te­ri­ale per la col­lo­cazione di una sede del­la Polizia sul lago. Loro infat­ti, devono dipen­dere dalle diret­tive min­is­te­ri­ali. Inter­vengano a questo pun­to, gli onorevoli verone­si, vis­to che sono gli uni­ci a pot­er effet­ti­va­mente fare pres­sione sul min­istro dell’Interno e al min­is­tero». E così, alla riu­nione in Provin­cia, oltre ad alcu­ni sin­daci e rap­p­re­sen­tan­ti dei Comu­ni lacus­tri e all’assessore provin­ciale, da lun­go sosten­i­tore dell’opportunità del­la sede di Polizia sul lago, c’erano i dep­u­tati Alber­to Gior­get­ti ed , tra l’altro sin­da­co di Peschiera, «Pro­prio in questi giorni», ha illus­tra­to Adi­maro Moret­ti degli Adi­mari, «ho avu­to un incon­tro col Prefet­to. Ven­erdì fare­mo un nuo­vo incon­tro con­giun­to, assieme a tut­ti i sin­daci, pro­prio dal Prefet­to, per delin­eare ulte­ri­or­mente la lin­ea d’azione. In ogni caso, dei pic­coli pas­si avan­ti sono sta­ti delin­eati». «Innanz­i­tut­to», ha pros­e­gui­to Moret­ti, «è sta­ta con­fer­ma­ta la volon­tà dei sin­daci e del­la Provin­cia d’istituire un com­mis­sari­a­to per­ma­nente, e non solo esti­vo, sul lago. E, pre­cisa­mente, a Lazise, nell’edificio di via Roma, mes­so a dis­po­sizione dal­la locale Aam­min­is­trazione. Inoltre, tut­ti i sin­daci han­no con­fer­ma­to la disponi­bil­ità a sostenere le spese per la ristrut­turazione dei locali. Infine, alcu­ni par­la­men­tari verone­si si sono offer­ti di coin­vol­gere altri onorevoli, in modo da esercitare uno sfor­zo con­giun­to sul Gov­er­no, in mer­i­to a ques­ta prob­lem­at­i­ca». Mod­er­ata­mente sod­dis­fat­to anche il sin­da­co di Tor­ri, Alber­to Vedovel­li, pro­mo­tore delle inizia­tive dei sin­daci lacus­tri e dell’appello agli onorevoli. Anche sec­on­do il pri­mo cit­tadi­no di Tor­ri, «dei pic­coli pas­si avan­ti sono sta­ti fat­ti. Anz­i­tut­to, nel­la prob­lem­at­i­ca è sta­to coin­volto anche il sin­da­co di Cavaion, dato che il prob­le­ma del­la sicurez­za riguar­da anche l’entroterra a ridos­so del lago. Ma soprat­tut­to, per l’interessamento dell’onorevole Alber­to Gior­get­ti, ora dovrem­mo avere dal­la nos­tra parte anche i par­la­men­tari, indipen­den­te­mente dal col­ore politi­co. Solo loro, più anco­ra che noi, la Provin­cia il que­store e il Prefet­to, pos­sono essere in gra­do di sol­lecitare quo­tid­i­ana­mente al min­is­tero e, soprat­tut­to, ai fun­zionari, la risoluzione del prob­le­ma. Da parte dei sin­daci, la col­lab­o­razione sarà mas­si­ma». A breve, i sin­daci e l’assessore provin­ciale faran­no una visi­ta di corte­sia anche al Coman­dante provin­ciale dei . «Con i Cara­binieri», ha con­clu­so Vedovel­li, «i rap­por­ti sono molto buoni. E va pre­cisato che quest’azione per ottenere un com­mis­sari­a­to di Polizia non è dovu­ta a caren­ze da parte loro. L’azione è fat­ta esclu­si­va­mente nell’interesse di tut­ti i cit­ta­di­ni, dato che una mas­s­ic­cia pre­sen­za di Forze dell’Ordine sul ter­ri­to­rio, pos­si­bil­mente coor­di­nate tra loro, dan­no molte garanzie di sicurez­za in più». Ger­ar­do Musuraca