Sirmione geologica: a spasso nel tempo con gli studenti dell’Istituto Bagatta di Desenzano

24/04/2019 in Senza categoria
Di Redazione

Da oggi, scoprire le bellezze di Sirmione e le par­ti­co­lar­ità delle sue terre, gra­zie all’impegno dell’Amministrazione Comu­nale e del­la Pro Loco, sarà anco­ra più sem­plice. La Pro Loco di Sirmione opera da anni con l’intento di sen­si­bi­liz­zare, soprat­tut­to i gio­vani, alla conoscen­za e al rispet­to del ter­ri­to­rio. Per questo moti­vo è nato il prog­et­to “Sirmione Geo­log­i­ca”, una pub­bli­cazione sug­li aspet­ti geo­logi­ci del­la nos­tra peniso­la svilup­pa­ta in alter­nan­za scuo­la-lavoro con il Liceo Bagat­ta di Desen­zano.

A tut­ti gli attori di questo prog­et­to e all’Amministrazione Comu­nale va il nos­tro sen­ti­to ringrazi­a­men­to. Ai des­ti­natari di ques­ta pub­bli­cazione, siano cit­ta­di­ni o tur­isti, ricor­diamo di vivere, amare e rispettare la bellez­za che ci cir­con­da” così Luisa Bac­cinel­li, pres­i­dente del­la Pro Loco di Sirmione.

Il prog­et­to prevede inoltre una gior­na­ta in col­lab­o­razione con gli stu­den­ti che accom­pa­g­n­er­an­no tur­isti e curiosi nel cen­tro stori­co del paese, sve­lando le par­ti­co­lar­ità geo­logiche di Sirmione. L’appuntamento è per saba­to 27 aprile alle 15:30 con “Sirmione Geo­log­i­ca – una passeg­gia­ta lun­ga mil­ioni di anni”, il ritro­vo sarà pres­so il gaze­bo del­la Pro­Lo­co — uffi­cio I.A.T Sirmione”, rac­con­ta Ste­fa­nia Erindet­ti, vicepres­i­dente del­la Pro Loco. 

La sto­ria di Sirmione e del pas­sa inevitabil­mente anche per lo stu­dio del­la sua for­mazione geo­log­i­ca nel cor­so dei mil­len­ni. Una sto­ria affasci­nante perché ci ripor­ta in par­ti­co­lare al peri­o­do in cui ques­ta lin­gua di ter­ra si oppose all’erosione degli ele­men­ti nat­u­rali e finì per restare cir­con­da­ta dalle acque, dan­do orig­ine alla splen­di­da peniso­la che oggi atti­ra tur­isti da ogni parte del mon­do.

 

 

 

 

 

Gra­zie a ques­ta pregev­ole inizia­ti­va i nos­tri vis­i­ta­tori potran­no quin­di per­cor­rere Sirmione con un occhio diver­so. Con­tin­uer­an­no ad ammi­rare la Roc­ca Scalig­era, i resti delle e le splen­dide chiese che imprezio­sis­cono il bor­go anti­co; rester­an­no sem­pre estasiati dal­lo splen­di­do incro­cio tra il blu del lago e l’azzurro del cielo, infuo­cati dal sorg­ere del sole ad Ori­ente e dal suo tra­mon­to ad Occi­dente. Ma potran­no cogliere pure quan­to si cela sot­to la super­fi­cie su cui si erge il cen­tro abi­ta­to fino allo zoc­co­lo di roc­cia che cos­ti­tu­isce la pun­ta estrema del­la peniso­la. Caloroso è quin­di l’apprezzamento nei con­fron­ti di tut­ti col­oro che han­no con­tribuito a questo prog­et­to: i volon­tari del­la Pro Loco, instan­ca­bili pro­mo­tori di inizia­tive tese a val­oriz­zare Sirmione da ogni pun­to di vista, i pro­fes­sori e gli stu­den­ti del Liceo Bagat­ta di Desen­zano ed i geolo­gi Gio­van­ni Fass­er e Nic­co­ló Crestana, che han­no accetta­to con entu­si­as­mo un incar­i­co così par­ti­co­lare” così il vicesin­da­co Luisa Lavel­li.

Appro­fondire la sto­ria e l’evoluzione del nos­tro ter­ri­to­rio da un altro pun­to di vista: questo l’obiettivo che ci ha por­ta­to ad aderire con entu­si­as­mo all’originale prog­et­to di far conoscere il Lago di Gar­da anche sot­to il pro­fi­lo geo­logi­co” rac­con­tano i geolo­gi Nic­colò Crestana e Gio­van­ni Fass­er.  “Il sig­ni­fi­ca­to eti­mo­logi­co del ter­mine “geolo­gia” è molto sem­plice: la scien­za che stu­dia l’origine, la sto­ria, la mor­folo­gia e la cos­ti­tuzione del­la Ter­ra. Det­to così potrebbe apparire come un eser­cizio acca­d­e­mi­co, pri­vo di con­cretez­za e sle­ga­to dal­la quo­tid­i­ani­tà. In real­tà mai come oggi è sta­to impor­tante conoscere le zone in cui vivi­amo, non solo per pre­venire gli effet­ti neg­a­tivi di pos­si­bili fenomeni sis­mi­ci ma anche per difend­er­ci da even­ti cat­a­stro­fali sem­pre più fre­quen­ti, come le inon­dazioni e le allu­vioni. La ter­ra che ci ospi­ta è un ele­men­to vivo, capace di accoglier­ci e di nutrir­ci, che richiede a sua vol­ta rispet­to ed accud­i­men­to. La geolo­gia ci aiu­ta pro­prio in ques­ta mis­sione sem­pre più impor­tante. E dif­fondere tale conoscen­za con­tribuisce a far crescere in tut­ti noi la con­sapev­olez­za di dover assumere com­por­ta­men­ti respon­s­abili nei con­fron­ti dell’ambiente. Siamo per­tan­to grati alla Pro Loco ed all’Amministrazione Comu­nale di Sirmione, oltre nat­u­ral­mente al Liceo Bagat­ta, per aver­ci offer­to ques­ta oppor­tu­ni­tà”.