Non rinnovato dopo 7 anni il riconoscimento europeo per la qualità ambientale

Sirmione ha perdutola sua «Bandiera Blu»

08/05/2008 in Attualità
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Per la pri­ma vol­ta dopo sette anni, Sirmione non ha più la euro­pea del­la Fee, la Fed­er­azione per l’Educazione Ambi­en­tale, il ves­sil­lo che pre­mia il mare e il lago «doc» di cui la peniso­la garde­sana si era potu­ta fre­gia­re per tante edizioni.La sor­pre­sa è emer­sa ieri mat­ti­na in occa­sione del­la cer­i­mo­nia dell’assegnazione delle bandiere blu 2008 tenu­tasi a Roma, e che ha vis­to andare male non solo il Gar­da, ma i laghi in genere. Le local­ità d’acuqa dolce per­dono infat­ti due bandiere: una in Lom­bar­dia (appun­to Sirmione, che era l’unica nel­la nos­tra regione, ora rimas­ta com­ple­ta­mente pri­va di Bandiere Blu), e una in Piemonte (Ver­ba­nia non c’è più, al suo pos­to entra Can­nero Riviera).UN FULMINE a ciel sereno per il sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari. nelle sue dichiarazioni, non appe­na appre­sa la notizia del man­ca­to rin­no­vo del riconosci­men­to, non si per­cepisce scon­for­to né amarez­za: piut­tosto sor­pre­sa. Per­chè non si capisce come mai sia sta­ta pre­sa tale deci­sione. Infat­ti, nonos­tante la qual­ità delle acque abbia super­a­to i para­metri imposti dal­la fed­er­azione euro­pea, che sono quat­tro volte più rigi­di di quel­li dell’Asl, e mal­gra­do l’attenta cam­pagna di edu­cazione ambi­en­tale nelle scuole e la sal­va­guardia di can­neti ed aree a lago, Sirmione non ce l’ha fat­ta anche nel 2008 ad issare la bandiera blu sul suo territorio.«Cercheremo di capire meglio quali pos­sono essere state le ragioni che han­no por­ta­to la com­mis­sione del­la Fee a non asseg­nar­ci il riconosci­men­to — dice Mau­r­izio Fer­rari -: in ogni caso pos­si­amo stare tran­quil­li per la qual­ità delle nos­tre acque bal­ne­abili e per il rispet­to dell’ambiente».DA PARTE SUA il Cen­tro di Ril­e­va­men­to Ambi­en­tale, aut­en­ti­co motore delle inizia­tive a tutela dell’ambiente sirmionese e del­la riv­iera del Gar­da più in gen­erale, ave­va pre­sen­ta­to tut­ta la pre­scrit­ta doc­u­men­tazione alla fed­er­azione euro­pea, rite­nen­do che anche ques­ta vol­ta la bandiera blu potesse arrivare all’ombra delle . Invece, non è anda­ta così. Se ne saprà di più tra qualche giorno, quan­do da Roma i rap­p­re­sen­tan­ti del­la com­mis­sione saran­no sicu­ra­mente più pre­cisi nell’indicare le cause del­la bocciatura.Quest’anno le bandiere blu han­no sfonda­to quo­ta 104, otto in più rispet­to alle 96 local­ità pre­mi­ate lo scor­so anno e le 90 del 2006. Dieci i cri­teri di asseg­nazione. Tra questi, oltre alla qual­ità delle acque di bal­neazione e l’efficienza del­la , anche , servizi per i dis­abili, aree pedonali, , arredo urbano, aree ver­di, seg­nalet­i­ca, strut­ture alberghiere, cer­ti­fi­cazione ambientale.