A Sirmione occhio di riguardo contro la microcriminalità

18/12/2014 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luigi Del Pozzo

Una Sirmione più sicu­ra e più difendibile nei con­fron­ti del­la micro­crim­i­nal­ità. E’ questo l’obiettivo che ha in ser­bo l’amministrazione comu­nale per il prossi­mo anno con l’estensione dell’attuale rete di tele­camere. Si trat­ta, han­no riv­e­la­to il coman­dante del­la Rober­to Toninel­li e l’assessore Mau­r­izio Fer­rari pre­sen­tan­do il bilan­cio dell’attività nel cor­so del 2014, “di una piattafor­ma alta­mente tec­no­log­i­ca che con­sen­tirà la rac­col­ta cen­tral­iz­za­ta di una vas­ta gam­ma di infor­mazioni in pre­sen­za di auto sospette, sprovviste di Rca, revi­sione, eccetera”.

Per cias­cu­na tar­ga ril­e­va­ta potran­no essere ver­i­fi­cati auto­mati­ca­mente molti dati, gra­zie all’installazione di tele­camere che “leg­ger­an­no” le even­tu­ali irre­go­lar­ità e, ovvi­a­mente, anche se il vei­co­lo risul­ti ruba­to. Tut­to questo, han­no pre­cisato Fer­rari e Toninel­li, se arriver­an­no però con­tribu­ti dal­la Regione. Trat­tan­dosi di una local­ità ad ele­va­ta vocazione tur­is­ti­ca, e dunque bersaglio prefer­i­to del­la crim­i­nal­ità, non dovreb­bero esser­ci prob­le­mi per rice­vere uno stanzi­a­men­to. Saran­no quat­tro i “varchi” strate­gi­ci dove posizionare le tele­camere di ulti­ma gen­er­azione scelti dal­la Polizia Locale: via Verona, nel trat­to tra l’incrocio con via Maz­zarona e via Chio­di, via Comu­nità Europee, via S. Mar­ti­no del­la Battaglia e l’ingresso per chi proviene da Desen­zano.

Nel 2014, comunque, il pron­to inter­ven­to del­la Polizia Locale, molto spes­so in col­lab­o­razione con Cara­binieri e PS, ha reg­is­tra­to oltre 1.740 con­trol­li di veicoli con i rel­a­tivi con­du­cen­ti, che han­no por­ta­to alla denun­cia di casi di gui­da in sta­to d’ebbrezza o sot­to influen­za di dro­ga, ed anche inter­ven­ti per liti domes­tiche e risse. Non sono man­cati, purtrop­po, due casi di vio­len­ze su donne: in uno di essi gli agen­ti han­no dis­ar­ma­to l’uomo che tene­va minac­ciosa­mente in pug­no un’arma da fuo­co.

Altro fenom­e­no in cresci­ta, ha sot­to­lin­eato anco­ra Toninel­li, è quel­lo del­la clon­azione di carte di cred­i­to. Nel cor­so dell’anno sono state fer­mate e denun­ci­ate 15 per­sone, tutte prove­ni­en­ti dall’Est Europa, che con attrez­za­ture sem­pre più sofisti­cate sono rius­cite a piaz­zare sui ban­co­mat dis­pos­i­tivi per clonare carte di cred­i­to. Altri 20 mal­viven­ti, pure questi dell’Europa dell’Est, sono sta­ti invece arresta­ti o denun­ciati per ten­tati fur­ti di mer­ce in negozi e super­me­r­cati del val­ore com­pre­so tra i 300 e i 1.000 euro.

Infine, 40 indi­vidui sono sta­ti scop­er­ti in pos­ses­so di arne­si da scas­so di veicoli, altri 4 arresta­ti per borseg­gio nel cen­tro stori­co. E, in con­clu­sione, i servizi di polizia stradale che han­no accer­ta­to 6.800 vio­lazioni al cds, di cui solo 4.233 ai par­cometri e 2.000 per divi­eto di sos­ta con ben 79 per sos­ta negli spazi ris­er­vati ai dis­abili, quest’ultimo un abu­so odioso che con­tin­ua da parte degli auto­mo­bilisti e 40 su mar­ci­apiede o pista . Infine, 91 gli inci­den­ti ril­e­vati, con 24 fer­i­ti.

Mau­r­izio Toscano

Parole chiave: -