Sicurezza e decoro in prima linea, limitazioni necessarie per evitare assembramenti.

Sirmione, spiaggia Giamaica: nuova ordinanza in vigore da domani

09/07/2020 in Attualità
Di Redazione

Con l’allentamento dell’emergenza san­i­taria da Covid 19 e con l’inizio del­la sta­gione esti­va, Sirmione, gra­zie alla bellez­za dei suoi pae­sag­gi e alle pres­ti­giose attrazioni cul­tur­ali del pro­prio ter­ri­to­rio, è tor­na­ta ad essere in breve tem­po ambi­ta meta di viag­gia­tori e turisti.

Le spi­agge e le zone bal­n­eari del ter­ri­to­rio han­no reg­is­tra­to, spe­cial­mente durante i week end, impor­tan­ti flus­si tur­is­ti­ci ren­den­do tal­vol­ta nec­es­sari inter­ven­ti da parte delle forze dell’ordine in relazione a prob­lem­atiche di ordine e sicurez­za urbana.

Per garan­tire la salute e la qual­ità del servizio tur­is­ti­co e per far sì che Sirmione con­tinui ad essere per cit­ta­di­ni e vis­i­ta­tori un paese tran­quil­lo e grade­v­ole, l’Amministrazione Comu­nale, in accor­do con la prefet­tura di Bres­cia, ritiene nec­es­saria e impro­ro­ga­bile l’adozione di idonee mis­ure di sicurez­za in coor­di­na­men­to e sin­er­gia  con tutte le forze dell’ordine del territorio. 

In par­ti­co­lare, data la con­for­mazione geografi­ca del­la peniso­la e per evitare assem­bra­men­ti di per­sone in luoghi per natu­ra non adat­ti a con­tener­li, a par­tire dal 10 luglio 2020, nell’area denom­i­na­ta spi­ag­gia “Gia­maica” —  in local­ità Pun­ta Grotte di Sirmione — sarà vieta­to l’acces­so al pub­bli­co non autorizzato.

Come ripor­ta l’ordinanza, “sono esclusi dal divi­eto di acces­so gli ospi­ti dell’area asseg­na­ta in con­ces­sione ai pri­vati adi­a­cente l’area pub­bli­ca in nonché even­tu­ali sogget­ti che effet­tuano tur­is­mo nau­ti­co a bor­do di natan­ti che stazio­nano nel­lo spec­chio acqueo anti­s­tante la zona di Sirmione Pun­ta Grotte nel rispet­to delle nor­ma­tive fis­sare dal codice del­la e delle altre norme region­ali vigen­ti in mate­ria di nav­igazione lacuale”. Le sanzioni pre­viste per i trasgres­sori preved­er­an­no il paga­men­to di somme com­p­rese tra 400 e i 3000 euro. 

Per garan­tire l’osservazione delle lim­i­tazioni, oltre che dei rego­la­men­ti che invi­tano al rispet­to del deco­ro urbano, il Sin­da­co Luisa  Lavel­li e l’assessore con del­e­ga alla sicurez­za Rober­to Cam­pag­no­la ren­dono noto che ver­ran­no ulte­ri­or­mente inten­si­fi­cati i con­trol­li  lun­go i litorali costieri e sulle spi­agge libere (da Pun­ta Grò al cen­tro stori­co), con l’ausilio del­l’ar­ma dei già dalle prime ore del mat­ti­no e gra­zie all’entrata in servizio di due nuovi agen­ti sta­gion­ali del­la del cen­tro stori­co. Sarà costante anche il pat­tuglia­men­to tramite l’u­ti­liz­zo delle moto d’ac­qua del­la Polizia Locale, con par­ti­co­lare atten­zione al perimetro lacuale del cen­tro storico.

Ver­rà man­tenu­to il pat­tuglia­men­to infor­ma­ti­vo e pre­ven­ti­vo tramite l’ausilio del­la durante i fine set­ti­mana, per mon­i­torare gli imbarchi e gli sbarchi dei bat­tel­li di in Piaz­za Car­duc­ci e in prossim­ità del­l’ac­ces­so in cen­tro stori­co. Infine ver­rà aumen­ta­ta la cartel­lonis­ti­ca nei pun­ti crit­i­ci di acces­so pedonale delle spi­agge, al fine di ricor­dare il rispet­to delle indi­cazioni quali l’utilizzo masche­ri­na, il man­ten­i­men­to del dis­tanzi­a­men­to di almeno un metro e il lavag­gio costante delle mani.

A com­ple­ta­men­to delle infor­mazioni ripor­tate in questo comu­ni­ca­to stam­pa, in tema di deco­ro e lim­i­tazioni, ricor­diamo le dis­po­sizioni attual­mente in vig­ore sui litorali e sulle spi­agge pub­bliche di Sirmione.

Oltre ai divi­eti con­tem­plati dall’art. 11 è altresì proibito:

  1. accen­dere fuochi e bar­be­cue sal­vo diver­sa indi­cazione resa nota al pub­bli­co con idonea segnaletica;
  2. detenere all’aperto, anche se in uso all’esercizio di attiv­ità autor­iz­zate, bom­bole di gas g.p.l. o di qual­si­asi altro mate­ri­ale esplo­si­vo o infi­amma­bile. La vio­lazione del­la pre­sente dis­po­sizione prevede la sanzione ammin­is­tra­ti­va pecu­niaria da € 80,00 a € 500,
  3. campeg­gia­re con tende o roulotte al di fuori delle aree all’uopo attrez­zare e des­ti­nate rego­lar­mente indi­cate con idonea seg­nalet­i­ca. La vio­lazione del­la pre­sente dis­po­sizione prevede la sanzione ammin­is­tra­ti­va pecu­niaria da € 50,00 a € 500,00;
  4. con­durre ani­mali sal­vo diver­sa indi­cazione resa nota al pub­bli­co con idonea segnaletica;
  5. esercitare il gio­co del pal­lone o altre attiv­ità sportive di grup­po che pos­sano arrecare dis­tur­bo agli altri fruitori dell’area pubblica;
  6. tran­sitare e sostare con autove­icoli, motove­icoli, ciclo­mo­tori e veloci­pe­di. La vio­lazione del­la pre­sente dis­po­sizione prevede la sanzione ammin­is­tra­ti­va pecu­niaria da € 50,00 a € 500,00;

Nell’area verde del­la passeg­gia­ta di Via XXV Aprile, indi­vid­u­a­ta come gia­rdi­no piantu­ma­to, oltre ai divi­eti sopra indi­cati, è proibito calpestare il verde, sdra­iar­si, campeg­gia­re e con­sumar­vi pasti.