In programma anche sessioni di raid cross, il gioco sul diritto umanitario

Solferino 2010”: giovedì 24 giugno ore 18.00 Cerimonia di benvenuto ai volontari di tutto il mondo con il saluto del Commissario della Croce Rossa Italiana Rocca

23/06/2010 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Domani giovedì 24 giug­no alle ore 18.00 al Vil­lag­gio Umanitario“Solferino 2010” del­la cer­i­mo­nia di aper­tu­ra con centi­na­ia di volon­tari e oper­a­tori uman­i­tari da tut­to il mon­do. Le prime del­egazioni delle Soci­età nazion­ali del­la Croce Rossa  e Mez­za­lu­na Rossa sono in arri­vo già in queste ore, anche se la mag­gior parte giunger­an­no inI­talia nel­la gior­na­ta di domani. Saran­no pre­sen­ti rap­p­re­sen­tanze di tut­ti icon­ti­nen­ti: le del­egazioni europee, nat­u­ral­mente, saran­no le piùnumerose.Ad accogliere i volon­tari il Com­mis­sario Stra­or­di­nario del­la Croce Ros­saItal­iana Francesco Roc­ca che porg­erà un salu­to di ben­venu­to agli uomi­ni ele donne del Movi­men­to inter­nazionale del­la Croce Rossa e del­la Mez­za­lu­naRossa che come ogni anno si riu­nis­cono, in questi luoghi stori­ci, percel­e­brare la nasci­ta del­l’idea del­la più grande asso­ci­azione uman­i­tari­adel mon­do e per riaf­fer­mare con forza il val­ore degli ide­ali che spin­sero­Hen­ry Dunant dopo la san­guinosa battaglia di Solferi­no (1989) a fon­dare laCroce Rossa.I volon­tari avran­no l’op­por­tu­nità di parte­ci­pare ad una serie di incon­tri­for­ma­tivi che han­no come obi­et­ti­vo la preparazione alle sfide uman­i­tariedel nuo­vo mil­len­nio, in atte­sa del  tradizionale appun­ta­men­to di saba­to 26giugno con la sug­ges­ti­va fiac­co­la­ta. Una pro­ces­sione di torce umane, apartire dalle ore 19 dal­la Piaz­za di Solferi­no, si snoderà lun­go la stra­da che le infer­miere e gli aiu­tan­ti per­corsero per portare i fer­i­ti dal­cam­po di battaglia di Solferi­no al pri­mo avam­pos­to medico a Castiglione.A par­tire da domani ses­sioni di raid cross, il gio­co di ruo­lo perin­seg­nare il dirit­to inter­nazionale uman­i­tario ai ragazzi.

Parole chiave: