Le associazioni che utilizzano la vela, il mare o il lago per fini sociali e umanitari si sono nuovamente date appuntamento, per il quarto anno consecutivo, a Toscolano Maderno.

Solidarietà in vela

Di Luca Delpozzo

Le asso­ci­azioni che uti­liz­zano la vela, il mare o il lago per fini sociali e uman­i­tari si sono nuo­va­mente date appun­ta­men­to, per il quar­to anno con­sec­u­ti­vo, a Toscolano Mader­no. L’occasione è offer­ta dall’ormai tradizionale con­veg­no «Nav­i­gan­do nel grande mare del­la sol­i­da­ri­età», che anche quest’anno vedrà riu­nir­si nel Comune garde­sano i numerosi pro­tag­o­nisti del mon­do del­la «sol­i­da­ri­età che va in bar­ca», da chi si avvale del­la prat­i­ca del­la vela nelle ter­apie in favore dei por­ta­tori di hand­i­cap, a chi la inserisce nei pro­gram­mi di recu­pero per tossi­codipen­den­ti, sino a chi la uti­liz­za, pro­prio sulle acque bena­cen­si, per offrire ai non veden­ti la pos­si­bil­ità di prati­care uno sport per loro impens­abile fino a non molto tem­po fa. L’appuntamento con­gres­suale di «Nav­i­gan­do…» quest’anno sarà annun­ci­a­to, la sera prece­dente, dalle note del­la Ban­da cit­tad­i­na di Salò che ven­erdì 5 mag­gio, alle 21, nelle sale di Vil­la Alba di Gar­done Riv­iera, pro­por­rà «Nav­i­gan­do in musi­ca». La ser­a­ta musi­cale nasce da una inizia­ti­va del­la sezione salo­di­ana dell’Avis, che è uno dei pro­mo­tori di questo incon­tro, insieme ai cir­coli veli­ci di Gargnano e Toscolano Mader­no, al Comune di Toscolano Mader­no e ad altre realtà ammin­is­tra­tive come la Comu­nità del Gar­da e la Provin­cia di Bres­cia. L’appuntamento con­gres­suale vero e pro­prio, come sem­pre orga­niz­za­to e «mod­er­a­to» dal gior­nal­ista San­dro Pel­le­gri­ni, avrà luo­go saba­to 6 mag­gio alle 9.30 nel­la palestra del­la scuo­la ele­mentare di Toscolano. Il forum vedrà a con­fron­to molte delle realtà che sono sfi­late negli anni. Tra le ade­sioni con­fer­mate tro­vi­amo quel­la di «Vivere la vela», scuo­la vel­i­ca per por­ta­tori di hand­i­cap fisi­ci che opera sul lago Mag­giore gra­zie ad una bar­ca costru­i­ta con il con­trib­u­to del­la Nazionale can­tan­ti, la comu­nità Exo­dus dell’Isola d’Elba, i non veden­ti del grup­po garde­sano di Home­rus, la «Nave di Car­ta» di Milano, l’associazione per la riabil­i­tazione dei malati men­tali «Non solo vela» di Gen­o­va. Si par­lerà anche del prog­et­to di una bar­ca per dis­abili motori volu­to dal­la Lega navale ital­iana e fir­ma­to dall’architetto garde­sano Umber­to Fel­ci. I ragazzi del liceo «Enri­co Fer­mi» di Salò saran­no l’altra com­po­nente «atti­va» del dibat­ti­to. Nel pomerig­gio poi, al largo di Bogli­a­co, il Cir­co­lo Vela Gargnano e la classe Asso 99 pro­muover­an­no una rega­ta con il coin­vol­gi­men­to di con­dut­tori e autori di pro­gram­mi radio­foni­ci e tele­vi­sivi

Commenti

commenti