Sabato convegno sulla gestione delle risorse idriche e gli ecosistemi. Iniziativa dei Lions che presenteranno anche tre progetti di solidarietà

Sorella acqua bene da tutelare Conoscerla significa salvarla

03/04/2002 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Garda

Quan do l’ultimo albero sarà abbat­tuto, quan­do l’ultimo fiume sarà avve­le­na­to, quan­do l’ultimo pesce sarà cat­tura­to, vi accorg­erete che i sol­di non si pos­sono man­gia­re». La mas­si­ma è degli indi­ani Cree del Que­bec, ma l’ha fat­ta pro­pria un mag­is­tra­to veneziano, Antoni­no Abra­mi, autore di un recente, pon­deroso lavoro su «Sto­ria, scien­za e dirit­to comu­ni­tario dell’ambiente». Abra­mi sarà tra i pro­tag­o­nisti del con­veg­no orga­niz­za­to per saba­to 6 aprile al Pala­con­gres­si di Gar­da dal dis­tret­to Lions TA‑1 Italy, che com­prende le Province di Verona, Vicen­za, Tren­to e Bolzano. Ne ha dato notizia Alfre­do Riondi­no, offi­cer dis­tret­tuale dei Lions, nel cor­so del­la con­feren­za stam­pa di pre­sen­tazione del meet­ing svoltasi nei giorni scor­si pres­so il munici­pio di Gar­da, alla pre­sen­za dell’assessore al Tur­is­mo Anto­nio Pasot­ti e del pres­i­dente del Lions club San Vig­ilio Gar­da Ori­en­tale, Ali­da Bar­bazeni Coltri. Il tito­lo dell’incontro è esplic­i­to: «Sorel­la acqua… conoscer­la per sal­var­la». L’intera gior­na­ta sarà ded­i­ca­ta pro­prio al tema del­la sal­va­guardia delle risorse idriche. «La scelta di Gar­da è sig­ni­fica­ti­va», ha sot­to­lin­eato Riondi­no , «per­ché ques­ta local­ità ha un’economia sal­da­mente lega­ta all’acqua». I lavori si apri­ran­no alle 10 con l’intervento intro­dut­ti­vo del­lo stes­so Riondi­no, che è diri­gente tec­ni­co del baci­no idro­grafi­co Brenta-Bac­chiglione. Pren­derà quin­di la paro­la Camil­lo Dejak, diret­tore dell’istituto di chim­i­ca, fisi­ca ed ecolo­gia di Ca’ Fos­cari, a Venezia; par­lerà del «ciclo dell’acqua», facen­do rifer­i­men­to alla situ­azione del Gar­da. Seguiran­no Lui­gi Da Dep­po, Ser­gio Fat­torel­li e Vin­cen­zo Bixio, rispet­ti­va­mente ordi­nari di costruzioni idrauliche, ges­tione delle risorse idriche e boni­fiche e irrigazione pres­so l’ di Pado­va. Dopo la comu­ni­cazione di Anto­nio Non­i­no, pres­i­dente dell’azienda munic­i­pal­iz­za­ta gas e acqua di Udine, Antoni­no Abra­mi par­lerà di «Tutela degli eco­sis­te­mi e delle aree umide per uno svilup­po sosteni­bile». In mat­ti­na­ta inter­ver­rà anche il gior­nal­ista Gian Anto­nio Stel­la, men­tre la chiusura del­la ses­sione sarà affi­da­ta a Marce­lo Enrique Con­ti, docente di ecolo­gia alla Sapien­za di Roma, a Raf­fael­la Bagarot­to, col­lab­o­ra­trice di Abra­mi, e agli stu­den­ti del liceo Pel­lec­chia di Cassi­no che pre­sen­ter­an­no un loro cd rom ded­i­ca­to all’acqua. Nel pomerig­gio, il con­veg­no ripren­derà alle 15: si suc­ced­er­an­no gli inter­ven­ti di Luciano Alberi­ci da Bar­bi­ano, brigadiere gen­erale, Lui­gi Rossi­ni, train­er di med­i­c­i­na gen­erale, Cesare Bar­bi­eri, ordi­nario di astrono­mia a Pado­va, Mas­si­mo Cal­vani, astronomo, e padre Liv­io Tes­sari, mis­sion­ario. Chi­ud­er­an­no l’incontro rap­p­re­sen­tan­ti del con­sorzio Venezia Nuo­va e dell’Autorità di baci­no dell’Adige. Il con­gres­so sarà anche l’occasione per pre­sentare tre ser­vice del dis­tret­to Lions: la rac­col­ta di fon­di per il prog­et­to Clean Water, des­ti­na­to a favorire la delle acque degli ospedali di Addis Abe­ba, l’acquisto di una cis­ter­na per l’acqua per il cen­tro san­i­tario di Matari, in Con­go, e la real­iz­zazione di un poz­zo in Kenia.

Parole chiave: