Trenta centimetri a Novezza, molti meno in Val d’Adige: impianti aperti a Malcesine

Sorrisi a metà sul monte Baldo: fioccano le offerte

28/12/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
(v.z.)

Anche sul si aggiunge una provvi­den­ziale nevi­ca­ta che dà garanzia di pot­er sfruttare appieno le poten­zial­ità delle piste rag­giun­gi­bili con la funi­via da Mal­ce­sine. Il liv­el­lo del­la neve rag­giunge quote più basse sul ver­sante ver­so la Val d’Adi­ge per l’in­flus­so del­l’aria più fred­da che scen­den­do dalle Alpi si incanala lun­go l’ar­te­ria flu­viale. Anche per oggi le pre­vi­sioni meteo dan­no prob­a­bil­ità medio-alta di pre­cip­i­tazioni nevose in pia­nu­ra e alta nel­la fas­cia pede­mon­tana e mon­tana. Da domani sono pre­viste residue pre­cip­i­tazioni sulle zone cen­tro ori­en­tali, nevose anche in pia­nu­ra, a cui seguiran­no delle schiarite che tarder­an­no però fino al tar­do pomerig­gio ad arrivare in mon­tagna. Da ven­erdì final­mente sole e un prob­a­bile irrigidi­men­to del­la tem­per­atu­ra con for­ti gelate in pia­nu­ra. Ai 1450 metri del rifu­gio Novez­za sono cadu­ti dal­la notte di lunedì al pomerig­gio di mart­edì una trenti­na di cen­timetri di neve fres­ca. «Gran movi­men­to tur­is­ti­co non c’è sta­to a e poco la mat­ti­na di San­to Ste­fano, quan­do c’era sta­to un timi­do avvio di nevi­ca­ta. Qual­cosa è miglio­ra­to nel pomerig­gio, ma siamo sem­pre sot­totono finché non riaprono gli impianti di risali­ta», com­men­ta il gestore del rifu­gio. Meglio va in cima al Bal­do, dove i 20 cen­timetri di neve sis­te­mano per gli sci­a­tori quegli angoli di piste che era­no parzial­mente innevati. «Le piste sono tutte aperte e in questo momen­to si stan­no allenan­do le squadre ago­nis­tiche degli sci club Mal­ce­sine-Monte Bal­do e Gs Dra­go di Verona», fa sapere Mar­co Menot­ti, che dal­la Locan­da Bai­ta dei For­ti soprint­ende la manuten­zione delle piste all’ar­ri­vo del­la funi­via. Anche sul Bal­do servirebbe il sole per richia­mare gli appas­sion­ati del­lo sci, anche se in questi giorni non sono man­cate le sor­p­rese di tur­isti tedeschi e olan­desi con­vin­ti a indos­sare gli sci dai con­ve­ni­en­ti pac­chet­ti tur­is­ti­ci che per tre giorni di alber­go offrono gratis lo skipass. Da gen­naio sarà in fun­zione lo ski-bus che col­legherà la stazione trenti­na di San Valenti­no con la seg­giovia di Prà Alpesina, «in atte­sa che ci sia un vero col­lega­men­to anche con skilift e seg­giovie fra le due local­ità», spera Menotti.

Parole chiave: -