Domani entra in vigore il nuovo Piano parcheggi, che rimarrà sperimentale per tre o quattro anni. Il centro diviso in 4 zone, un permesso (valido per due auto) a famiglia

Sosta col pass per residenti

24/09/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Domani a Salò pren­derà il via l’op­er­azione che razion­al­iz­za la sos­ta delle auto­mo­bili. I pri­mi ad essere coin­volti saran­no i tito­lari di attiv­ità com­mer­ciali (bar, ris­toran­ti, uffi­ci, negozi). Dal 25 set­tem­bre al 6 otto­bre potran­no recar­si negli uffi­ci del­la (ore 9–13, da lunedì a ven­erdì) per il rilas­cio gra­tu­ito dei pass che con­sen­ti­ran­no di parcheg­gia­re gra­tuita­mente nel­l’area ex Enel, in via Belvedere. L’ed­i­fi­cio, chiu­so da qualche anno, è sta­to recen­te­mente acquis­ta­to da un grup­po pri­va­to locale, che, in atte­sa di inter­venire con la ristrut­turazione, ha deciso di met­tere a dis­po­sizione i 104 posti auto. Il pass non ver­rà rilas­ci­a­to a chi dispone di un garage o di area pri­va­ta idonea. Per ogni attiv­ità ne ver­rà dato uno solo, con pos­si­bil­ità di indi­care al mas­si­mo due targhe di autove­icoli intes­ta­ti al per­son­ale impiegato.Ultimata ques­ta fase, i vig­ili urbani rilascer­an­no i per­me­s­si a chi abi­ta nelle frazioni. I res­i­den­ti a Bar­bara­no, Ren­zano, Serni­ga, San Bar­tolomeo, Vil­la, Cunet­tone e Cam­pov­erde potran­no andare nel cen­tro stori­co, fer­man­dosi al mas­si­mo per due ore al giorno, tra le 8 e le 19, da lunedì a ven­erdì, negli spazi seg­nati in gial­lo. Sono due i trat­ti (in via IV Novem­bre, da via Garibal­di a piaz­za Bezzec­ca, e in via Brunati, dal­l’a­gen­zia viag­gi Ocean a vico­lo S.Orsola), che ven­gono ris­er­vati esclu­si­va­mente a loro.Fra un meset­to (cir­ca) si pro­ced­erà con l’ul­ti­mo atto. Saran­no infat­ti con­vo­cati i res­i­den­ti del cen­tro stori­co, sud­di­vi­so in quat­tro zone. La «rossa» (A) com­prende via Garibal­di, via Belvedere, Ober­dan, Pietre Rosse, Dis­ci­plina, sali­ta Mar­coni. I res­i­den­ti avran­no a dis­po­sizione in via esclu­si­va 56 posti. La zona «blu» (B) include piaz­za Zanardel­li, piaz­za Vit­to­ria, piaz­za Duo­mo, il lun­go­la­go (fino al Carmine), piaz­za S.Antonio, via Fan­toni, via Brunati e i vicoli del cen­tro stori­co (Fontane, Tra­buc­co, Amadei, Stelle, Mani­ni, Ragazzi del ’99, Bena­co). 184 i posti ris­er­vati. La «verde» © riguar­da via IV Novem­bre, piaz­za Bezzec­ca, via Fos­sati, i vicoli (S.Maria Mad­dale­na, Orti), via S.Bernardino, piaz­za Serenis­si­ma, piaz­za Ser­gio Bres­ciani (davan­ti all’ex casa di riposo, ora diven­ta­ta un res­i­dence di pre­gio), piaz­za Leonar­do da Vin­ci. 101 i posti. La «vio­la» (D) com­prende via Cavour, via Teatro vec­chio, Largo Dante Alighieri, sali­ta San­ta Giusti­na, via Cal­sone, i vicoli (Ora­to­rio, S.Giovanni, Tre coro­ne, Toma­cel­li), piaz­za Zanel­li. 63 gli spazi.I cri­teri di rilas­cio dei pass: uno per ogni famiglia (anche se potran­no essere indi­cati due numeri di tar­ga, uti­liz­z­abile quin­di alter­na­ti­va­mente), a pat­to di risiedere nel­la zona, di essere pro­pri­etari dei veicoli, tito­lari di patente val­i­da (e ques­ta è una buona novità, vis­to che negli anni scor­si qual­cuno ave­va ottenu­to il las­ci­a­pas­sare a nome del­la non­na), privi di garage o di posti auto all’in­ter­no del­la proprietà.«Il pri­mo obi­et­ti­vo ‑spie­ga il coman­dante del­la Polizia munic­i­pale, Ste­fano Tra­ver­so- è di par­i­fi­care le modal­ità. Nel­l’area rossa, isti­tui­ta a suo tem­po, alcune famiglie ne ave­vano cinque o sei, anzichè uno solo. In piaz­za S.Antonio invece parcheg­giano anche i com­mer­cianti. Adesso azze­ri­amo tut­to, redis­tribuen­do i las­ci­a­pas­sare sec­on­do cri­teri ben defin­i­ti. Il piano soste rimar­rà in vig­ore almeno tre-quat­tro anni. E’ infat­ti provvi­so­rio, in atte­sa del­l’ul­ti­mazione di tre gran­di inter­ven­ti». Riguardano il piaz­za­le Mar­tiri del­la Lib­ertà, che fino a pochi mesi fa ospi­ta­va il mer­ca­to del saba­to (la Ital­mark ha inizia­to la costruzione sia del nuo­vo cen­tro com­mer­ciale che di un piano inter­ra­to da adibire a parcheg­gio pub­bli­co); piaz­za Leonar­do da Vin­ci, all’in­ter­no del com­p­lesso Gas­paro (il 2 otto­bre la Atig Bres­ciana, del grup­po di San­to Galeazzi, com­in­cerà gli scavi: entro 18 mesi real­izzerà un parcheg­gio per­ti­nen­ziale pri­va­to, di quat­tro piani inter­rati); via Brunati, nel ter­rapieno del­l’ex cam­po sporti­vo del col­le­gio civi­co, con la for­mu­la del project financing.Ultimati questi inter­ven­ti, che con­sen­ti­ran­no di accrescere notevol­mente la disponi­bil­ità di posti auto, il piano soste ver­rà aggiornato.

Parole chiave: