A Vignole affiorano i resti del passato

Sotto la chiesa ne spunta un’altra

12/03/2003 in Attualità
Di Luca Delpozzo
gl.m.

Niente di trascen­den­tale e cer­ta­mente non dei tesori stori­ci o artis­ti­ci di smisura­to val­ore, ma qualche ritrova­men­to è venu­to alla luce, nei giorni scor­si, dalle vis­cere del­la chieset­ta di Vig­nole. Si trat­ta essen­zial­mente di alcune trac­ce del­la prece­dente edi­fi­cazione, muri perime­trali del­l’an­ti­ca chiesa e del­la rel­a­ti­va canon­i­ca. Una scop­er­ta “scon­ta­ta”, vis­to l’am­pli­a­men­to subito, nei sec­oli scor­si, dal­l’ed­i­fi­cio. I lavori di restau­ro del­la chieset­ta pros­eguiran­no nor­mal­mente e i resti, una vol­ta cat­a­lo­gati, torner­an­no nelle vis­cere del luo­go, ad un metro sot­toter­ra. Tra i ritrova­men­ti ci sareb­bero anche alcu­ni fram­men­ti di affres­chi. La Provin­cia deve decidere se effet­tuare ulte­ri­ori sondag­gi o las­ciar perdere.