Delibera della giunta regionale

Sotto protezionel’area umidadi San Francesco

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

La Giun­ta del­la Regione Lom­bar­dia, su pro­pos­ta dell’assessore alla Qual­ità dell’Ambiente, Mar­co Pagnon­cel­li, ha deciso di isti­tuire un nuo­vo «mon­u­men­to nat­u­rale» a Desen­zano. Si trat­ta dell’«area umi­da San Francesco», una zona di par­ti­co­lare pre­gio ambi­en­tale, nat­u­ral­is­ti­co, pae­sag­gis­ti­co e sci­en­tifi­co, che estende per cir­ca 5 ettari tra Desen­zano e la frazione di Riv­oltel­la. L’area in ques­tione è carat­ter­iz­za­ta, spie­ga la Regione, dal­la pre­sen­za di specie floris­tiche pecu­liari di una veg­e­tazione ormai poco pre­sente in ter­ri­to­rio lom­bar­do in gen­erale e bres­ciano in par­ti­co­lare. Inoltre la zona umi­da, pri­va di specie alloc­tone, è invece par­ti­co­lar­mente idonea alla sos­ta e nid­i­fi­cazione di fau­na stanziale e migratoria.LA PROPOSTA di isti­tuzione del «mon­u­men­to nat­u­rale» è sta­ta pre­sen­ta­ta dal Comune di Desen­zano, in base alla legge regionale 86 del 1983, nell’ambito di un prog­et­to di Par­co locale di inter­esse sovra­co­mu­nale, il cosidet­to Plis. Lo stes­so Comune sarà anche l’ente gestore e si assumerà il com­pi­to di real­iz­zare tut­ti gli inter­ven­ti di con­ser­vazione, val­oriz­zazione, ripristi­no e fruizione didat­ti­ca dell’area, tra cui sen­tieri e opere di protezione.«QUESTO PROVVEDIMENTO — com­men­ta l’assessore Mar­co Pagnon­cel­li — con­fer­ma la nos­tra volon­tà di tute­lare e pro­teggere in maniera spe­ciale le zone di mag­giore pre­gio ambi­en­tale pre­sen­ti in Lom­bar­dia. Si trat­ta di un pat­ri­mo­nio impor­tante, che meri­ta una atten­zione par­ti­co­lare. Allo stes­so tem­po — con­clude l’amministratore — lavo­riamo per­ché nelle aree pro­tette si pos­sano svilup­pare tutte quelle inizia­tive didat­tiche, cul­tur­ali e tur­is­tiche com­pat­i­bili con uno svilup­po armon­i­co del territorio».Soddisfazione per il via lib­era all’istituzione del nuo­vo «mon­u­men­to nat­u­rale» viene espres­sa anche dal­la vicepres­i­dente regionale e respon­s­abile del tavo­lo ter­ri­to­ri­ale del­la provin­cia di Bres­cia, Viviana Becca­los­si, che sot­to­lin­ea «la ric­chez­za del ter­ri­to­rio bres­ciano, in cui con­vivono aree di grande pre­gio ambi­en­tale e attiv­ità agri­cole ed eco­nomiche che sono alla base del nos­tro sviluppo».

Parole chiave:

Commenti

commenti